/ Cronaca

Cronaca | 07 gennaio 2022, 17:41

Agenti di polizia salvano due donne da un incendio in un alloggio a Roreto di Cherasco

Il fatto è accaduto lunedì 3 gennaio in via Cuneo, nei pressi della Sp 662. All'interno dello stabile una mamma di due bambini e un'anziana invalida

Agenti di polizia salvano due donne da un incendio in un alloggio a Roreto di Cherasco

Le Unità Operative di Pronto intervento (U.O.P.I.) del Reparto Prevenzione Crimine di Torino (sede distaccata di Cuneo) sono intervenute lunedì 3 gennaio in frazione Roreto di Cherasco nei pressi di via Cuneo.

Qui, all’altezza della rotatoria con la Strada Provinciale 662, è stata notata una donna sul ciglio della strada con vicino a lei due bambini avvolti con delle coperte, mentre da uno stabile lì vicino usciva un denso fumo nero.

Gli agenti specializzati della Polizia di Stato hanno appurato che i due bambini erano figli di una donna di nazionalità marocchina residente nell’alloggio da cui era scaturito un incendio a causa di un incidente domestico.

La mamma dei due piccoli si trovava ancora all’interno dello stabile. All'interno anche una anziana donna invalida - abitante in un alloggio vicino a dove era divampato il fumo - che non intendeva ad abbandonare il proprio appartamento.

I 4 operatori, dopo aver avvisato sala operativa e richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco e del personale sanitario, vista la situazione di grave rischio per l’incolumità delle due donne ancora nell’edificio, hanno provveduto ad isolare l’abitato da possibili fuoruscite di gas chiudendo i vari contatori.

E dopo essersi bagnati l’uniforme si sono introdotti nella palazzina dove, nonostante la scarsissima visibilità dovuta al denso fumo, sono riusciti a raggiungere il primo piano.

Sul pianerottolo gli operatori hanno trovato la porta dell’alloggio aperta, da cui proveniva il fumo. La donna di origine marocchina era seduta in terra sulla soglia dell’ingresso in forte stato confusionale, presumibilmente dovuto allo shock per l’incendio ed ai dolori di alcune ustioni.

Due operatori hanno provveduto a tranquillizzare la donna e a portarla fuori dall’edificio, mentre gli altri due si sono recati nell’alloggio attiguo dove risiedeva la signora invalida, anche questa in forte stato di agitazione.

Gli operatori hanno proceduto con molta cautela ad accompagnarla fuori dall’edificio vista la sua limitata capacità di deambulazione. La donna, infatti, per camminare era solita aiutarsi con una stampella.

E’ stato poi effettuato un sopralluogo per verificare che nell’edificio non ci fossero altre persone coinvolte. 

Sul posto è giunta una squadra dei Vigili del Fuoco di Bra che ha provveduto ad estinguere l’incendio e a mettere in sicurezza l’appartamento accertando che la causa era da riferirsi ad una fiammata scaturita da olio bollente presente in una pentola.

Il personale sanitario ha poi provveduto a prestare le cure alla donna magrebina ed ai suoi due figli. 

La mamma è risultata avere ustioni sul volto e sulla mano destra ed è stata trasportata in via precauzionale presso la struttura ospedaliera di Verduno.

Nessuna lesione per i bambini, successivamente affidati al padre sopraggiunto nel frattempo. Anche la donna anziana salvata dal personale del Uopi non ha riportato alcuna ferita. 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium