Alba - 01 gennaio 2022, 08:50

Primo week end di gennaio da trascorrere nella Granda

Mostre e musei aperti, presepi da visitare, escursioni nel territorio della provincia: ecco cosa puoi fare sabato 1 e domenica 2 gennaio

Uno dei presepi nella Grotta dei Dossi

Uno dei presepi nella Grotta dei Dossi

Le iniziative in programma per questo fine settimana si svolgeranno secondo le attuali disposizioni previste per la prevenzione del Covid 19. Consulta i riferimenti indicati per eventuali aggiornamenti o modifiche della programmazione a causa delle recenti disposizioni sanitarie e verifica le modalità di accesso alle manifestazioni. Tutti gli eventi di questo fine settimana li trovi su: www.cuneoholiday.com  e www.visitlmr.it.

Per conoscere i presepi da visitare vai su: www.presepiingranda.it

Fine settimana alla scoperta del territorio

Il Centro Uomini e Lupi di Entracque sarà aperto fino al 9 gennaio. Ogni giorno si potrà provare l'esperienza unica di Attenti al lupo!”, una visita fuori dagli schemi, accompagnati da guide naturalistiche con le quali approfondire le conoscenze sul predatore e per entrare nel recinto Nord (fuori dalla visita tradizionale) e salire sull'altana all'interno del bosco per osservare i lupi ospiti di quest'area faunistica. La visita è a numero chiuso e si svolge su prenotazione.

Info: www.centrouominielupi.it

La grotta del Caudano, tra le più estese d'Italia e le più ricche di stalattiti e stalagmiti, a Frabosa Sottana resterà aperta al pubblico fino a domenica 9 gennaio, con visita unica giornaliera alle ore 15. Necessario il Green Pass base. Prenotazione obbligatoria.

Info: www.facebook.com/mondole.infopoint

A Villanova Mondovì, nell'incantevole scenario naturale della Grotta più colorata d'Italia, riapre ai visitatori la mostra concorso "Presepi nella Grotta dei Dossi" con circa 40 espositori che stanno ambientando negli angoli più colorati e suggestivi della grotta le loro opere. L'esposizione sarà aperta tutti i pomeriggi fino al 9 gennaio con orario dalle 15 alle 18 (ogni ora una visita guidata).

I visitatori seguiranno un percorso affascinante cosparso di laghetti e rocce dalle forme più strane potranno votare i presepi da loro preferiti e immergersi in un'atmosfera natalizia suggestiva e coinvolgente. Prenotazione obbligatoria. Info: www.grottadeidossi.it

Le Grotte di Bossea saranno visitabili domenica 2 gennaio, chiuse sabato primo gennaio. Il sito è accessibile con qualsiasi condizione meteo e che il tragitto dal terminal alla grotta è al coperto.

Info: www.facebook.com/grottadibossea.corsaglia

Il 2 il 6 gennaio aprirà nuovamente al pubblico l’Eco-museo della pecora di Langa di Paroldo. Le visite sono gratuite (obbligo green pass) con orario dalle 14 alle 18. L’Ecomuseo, completamente accessibile, è composto dal piano terreno dove è ricostruito un ovile e dal primo piano dove la perfetta ricostruzione di una vecchia casa di Langa accoglie i prodotti della Pecora. Il museo è nella Borgata Cavallini. Info: http://paroldoaltralanga.com/vedere-ecomuseo-della-pecora-delle-langhe

Per avere tutte le informazioni sulle stazioni sciistiche cuneesi, sulle piste da fondo, sugli itinerari per ciaspolate e sulle altre attività da fare sulla neve visita la pagina dedicata sul sito: www.cuneoholiday.com

Appuntamenti culturali

A Busca, nella galleria Casa Francotto è in corso la mostra “Da Kandinsky ai contemporanei. Il lungo viaggio di energia, colore e segno” che resterà aperta fino al 20 gennaio. La rassegna narra il percorso dell’astrattismo attraverso il XX secolo, dal genio di Kandinsky, presente con un olio del 1928 inedito, per passare attraverso le diverse correnti pittoriche e singoli artisti che hanno condiviso tale visione. Oltre a Kandinsky, saranno esposti autori come Balla e molti altri tra i più famosi astrattisti, fino a giungere ai contemporanei. La mostra rimarrà aperta anche domenica 2 gennaio dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18. Biglietto euro 5 / Bambini e ragazzi con meno di 16 anni entrata gratuita / Scolaresche entrata gratuita Entrata consentita secondo normative anti Covid19. Info: www.facebook.com/comunedibusca

Il Parco del Monviso apre il Museo Naturalistico del Fiume Po di Revello domenica 2 gennaio in orario 14.30-18.30. L’ingresso è libero: non è necessaria la prenotazione ma è obbligatorio il possesso del Green Pass; le visite sono guidate da un accompagnatore naturalistico e hanno durata di circa 30 minuti; nel rispetto delle normative e dei protocolli sanitari covid-19 l’ingresso del pubblico è programmato in gruppi di massimo 10 persone per volta.

Info: www.parcomonviso.eu

A Cuneo sono in calendario visite guidate nell’ambito della mostra “Pittura in persona”, allestita presso il Complesso Monumentale di San Francesco a Cuneo (via Santa Maria, 10). Appuntamento, con inizio alle ore 15.45, domenica 2 gennaio. Accesso gratuito, ma è obbligatoria la prenotazione. Per la partecipazione agli appuntamenti si consiglia di arrivare dieci minuti prima dell’orario di inizio, per il ritiro dei biglietti, il controllo del Green Pass e il ritiro della radiolina, che sarà fornita gratuitamente a tutti i partecipanti per facilitare l’ascolto della guida mantenendo la distanza di sicurezza. L’evento di domenica è “Osservazione in persona”, un’esperienza di “osservazione consapevole” per riconoscere le proprie risposte percettive, emotive e cognitive al contatto visivo con l’opera d’arte; a cura di Lucia Polano. Info: www.fondazionecrc.it

Il Castello di Racconigi sarà visitabile anche durante le festività natalizie. Appuntamento con il percorso "Vita Privata di un Re" domenica 2 gennaio con i seguenti orari: 11.30-14.30-16.30.

La visita sarà arricchita da aneddoti e curiosità natalizie. L’ingresso nelle sedi museali resta subordinato alle modalità di accesso e prenotazione in vigore in base alle prescrizioni anti Covid. Info: www.facebook.com/ufficioturistico.racconigi

A Mondovì durante la stagione invernale Infinitum, la mostra immersiva, prima ed unica nel suo genere in Piemonte, allestita presso la chiesa della Missione di Mondovì Piazza, propone alcune date di apertura straordinaria. Domenica 2 gennaio sarà visitabile in orario 15.00-18.00.

Info: www.infinitumondovi.it e www.facebook.com/Infinitum-Chiesa-della-Missione-Mondovì

Per la tradizionale Festa dou Tarluc domenica 2 gennaio alle ore 16.30 presso le sale dell'Ecomuseo della Pastorizia in fraz. Pontebernardo è in programma la conferenza "La lingua e la storia non conoscono confini": incontro tra il linguista e dialettologo Tullio Telmon e Stefano Martini. Dialogo sul confine e la lingua occitana. Modera Rosella Pellerino. 
Su prenotazione. A seguire presentazione tesi di laurea "Andata e ritorno. Flussi transfrontalieri sulle Alpi Sud-Occidentali" di Paola Zenoni e attribuzione premio "Sguardi alt(r)i sulla Valle Stura" 

Info: www.facebook.com/unioneMontanaValleStura

A Saluzzo appuntamento con “Dolcezze in Castiglia”. Domenica 2 e giovedì 6 gennaio le visite guidate alla Castiglia delle 15.30 e delle 16.30 prevedono una dolce conclusione. Dopo aver messo in luce avvenimenti e curiosità nella lunga storia della fortezza, edificata nel 1270 e oggetto di trasformazioni e cambiamenti nei secoli a seguire, la guida accompagnerà i partecipanti sui camminamenti di ronda, per ammirare il suggestivo paesaggio circostante. La visita si concluderà alla caffetteria-ristorante La Castiglia per gustare il panettone accompagnato dallo zabaione. Orario: ore 15.30 e ore 16.30 dalla biglietteria della Castiglia. Costo: 8 euro a persona, 3 euro per i ragazzi con meno di 10 anni accompagnati. Sempre a Saluzzo nel fine settimana è visitabile dalle 14.30 alle 18 nell’ ex Caserma Musso la mostra fotografica “Racconti d’Afghanistan” a cura dell’artista e giornalista Mario Laporta in collaborazione con IGAV.

Info: https://visitsaluzzo.it/appuntamenti

A Cuneo, presso lo Spazio Innov@zione (via Roma 17), è aperta al pubblico la mostra “Satira e humor nell’antico Egitto. Il papiro restaurato” nella quale viene esposto il cosiddetto “Papiro Erotico-Satirico”, una delle prime testimonianze di arte grafica paragonabile al fumetto della storia. La mostra rimarrà aperta al pubblico con ingresso gratuito fino a domenica 27 febbraio 2022 dal martedì al venerdì dalle ore 15.30 alle 20.00; il sabato e la domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00. L’esposizione è chiusa sabato 1° gennaio, aperta domenica 2 gennaio.
Info: www.fondazionecrc.it

Ad Alba domenica 2 gennaio si può visitare dalle 10 alle 19 la mostra “Burri: la poesia della materia” una rassegna di opere scelte tra il suo repertorio maggiore. L’allestimento accoglie 45 opere, coprendo un arco temporale che va dai primi «Catrami» (1948) del maestro di Città di Castello, sino alle ultime opere «Oro e nero» datate ’93. Info: www.fondazioneferrero.it/mostra burri  

Inizio del 2022 in musica

Ad Alba, nella suggestiva Chiesa di San Domenico, il primo gennaio dalle 17 alle 18.30.  è in programma il Concerto di Capodanno. Il soprano coreano Sung Hee Park e Giuseppe Nova, flautista e Direttore artistico della manifestazione, saranno i solisti di questo concerto con l’Orchestra Classica di Alessandria diretta da Andrea Oddone. Ci sarà inoltre la partecipazione di Sang Eun Kim e Hyunjeong Lee. Il programma prevede brani di Mozart, Verdi, Mascagni e della tradizione viennese, con alcuni capolavori della famiglia Strauss.

Prenotazione online sul sito banda Santa Cecilia tramite bonifico bancario, PayPal o carta di credito. L’assegnazione dei posti seguirà l’ordine cronologico delle prenotazioni, il ritiro dei biglietti sarà possibile dalle ore 15.00 il giorno del concerto presso il banco d’accoglienza all’entrata della Chiesa di San Domenico. In caso di disponibilità di posti, i biglietti potranno essere acquistati il giorno stesso dalle ore 15.00 nel luogo del Concerto.

Info: www.albamusicfestival.com

A Costigliole Saluzzodomenica 2 gennaio nella sala polivalente alle ore 16.30, ci sarà un concerto gratuito organizzato dal Complesso Bandistico Santa Cecilia per inaugurare un buon anno in musica. “Buon anno in musica” è il titolo dell’evento organizzato dalla banda.

 

Presepi in Granda

Sono otto le Natività esposte fino al 6 gennaio a Borgo San Dalmazzo. Ecco dove le puoi trovare.

Nelle parrocchie di San Dalmazzo, Gesù Lavoratore e nella Confraternita di Santa Croce: aperte tutti i giorni dalla 8 alle 19. Nella Cappella di Beguda, di San Magno e della Misericordia, aperte tutti i sabati e le domeniche dalle 14.30 alle 18. Nel Santuario di Monserrato è esposto un presepe meccanico e sarà visitabile tutti i sabati e le domeniche dalle 14.30 alle 18. Infine, nella parrocchia Madonna Bruna, in frazione Aradolo La Bruna, aperta il 6 gennaio dalle ore 11 alle ore 12.

Nel periodo natalizio sarà possibile visitare anche il Museo di San Dalmazzo e il museo MEMO4345 nella ex chiesa di Sant'Anna.

A Sampeyre ritorna nella borgata Lantermini, nel vallone di Gilba, l’originale mostra dei presepi realizzati con materiali “poveri” e di recupero. Le rappresentazioni sono sistemate nelle case, negli angoli della borgata, nei cortili, nelle stalle, uno addirittura nell’acqua della fontana, rendendo davvero magica l’atmosfera natalizia. La borgata si è animata di vecchi e buffi personaggi, i “Girbetti”, che rappresentano gli antichi mestieri di un tempo. I giorni di apertura della mostra saranno: sabato 1º e domenica 2 gennaio e nel giorno dell’Epifania (dalle 10 alle ore 17). All’uscita, i visitatori potranno contribuire con una piccola offerta che sarà destinata a iniziative solidali per i bambini che vivono situazioni di bisogno.

in Valle Maira l’Associazione Culturale Escarton rinnova la tradizione con l’allestimento del presepio all’interno degli antichi forni di Borgata Camoglieres a Macra. Il presepio è visitabile a qualsiasi ora fino a domenica 30 gennaio. Info: www.escarton.it

Domenica 2 gennaio dalle 14.30 alle 18, si potrà visitare il presepe gigante del Parco Museo dell'Ingenio di Busca, gestito dall'associazione Ingenium. Nelle sale interne saranno allestiti ulteriori presepi, realizzati dai bambini della scuola primaria e dell'infanzia di Busca e da privati collezionisti, ed un banchetto di creazioni di carta a tema natalizio di Carla Rinaudo, che terrà nuovamente un laboratorio di origami. Sarà possibile visitare il parco a bordo del trenino e curiosare tra miniature, merletti a tombolo e macchinari agricoli e industriali d'epoca. Nel rispetto della normativa vigente, verrà richiesto l'uso della mascherina e l'esibizione del Green Pass. Il Parco-Museo si trova presso l'ex convento dei Cappuccini di Busca, in viale Monsignore Ossola 1. 

Aperto anche il 6 e 9 gennaio sempre dalle 14.30 alle 18.

Info: www.facebook.com/associazioneIngenium

A Boves è visitabile la sedicesima Mostra dei presepi nell’Ex Confraternita Santa Croce, auditorium Don Enrico Luciano. La mostra è costituita da presepi realizzati da privati, scuole e famiglie, si terrà ogni fine settimana, al pomeriggio, dalle ore 15 alle 18. L’esposizione dei presepi si terrà nel pieno rispetto delle normative Covid vigenti.  “Presepiamo” è invece la proposta della Parrocchia di Fontanelle con esposizione delle opere presso la chiesa di San Lorenzo. I locali saranno accessibili nei giorni 1,2,6,8,9 gennaio (15-18). Entrambe le esposizioni fanno parte del circuito dei “Presepi in Granda”. Info: www.comune.boves.cn.it

A Beinette sono aperte le visite alla quinta esposizione di “Presepi in Crusà” allestita nell’ex Confraternita, in via Roma. Le visite seguono un percorso ad anello che passa dietro l’altare principale dove, nel coro, sono esposti 40 presepi realizzati con tecniche diverse sia da amatori che da professionisti, famiglie e scuole. Apertura sabato 1° gennaio 10-12 e 15-18; giovedì 6 gennaio 9.30-12 e 15-18.30. Ingresso con Green Pass. Info: www.presepiingranda.it/presepi/beinette

A Pianfei nella Crusà si potrà visitare il grande presepe meccanico allestito dai volontari pianfeiesi, che attende i visitatori con tante sorprese e novità. Info: www.facebook.com/prolocodipianfei e www.presepiingranda.it

A Cavallermaggiore è aperto il presepe storico-artistico. La visita, in piazza Vittorio Emanuele II, è gratuita. Si accede con Green Pass e mascherina, fino al 9 gennaio, dalle 14,30 alle 18,30. Nei festivi anche dalle 10 alle 12, chiuso la mattina di sabato 1° gennaio. Allestito su trecento metri quadrati, il presepio presenta, una varietà di paesaggi ed è molto particolareggiato nella rappresentazione dei personaggi. Il nucleo è rappresentato da una serie di grandi statue che risalgono al ‘700, scolpite in legno, alte fino a 70 centimetri, addobbate e rifinite nei particolari, ad esempio gli occhi in vetro o i tessuti pregiati: si tratta di magi, soldati romani, cammelli e della Sacra Famiglia. Ci sono poi le statue del 1800, già dotate di movimenti meccanici, tuttora perfettamente funzionanti.  Info: www.facebook.com/PresepeCavallermaggiore  

A Magliano Alfieri si può percorrere “La via dei presepi”, camminata per le vie del paese e i viottoli

tra i campi, seguendo la luce dei presepi allestiti dai cittadini che aderiranno all'iniziativa.

Dal centro storico alle vie del borgo basso, e sino alle frazioni, alle borgate, ai sentieri di campagna a fare da sfondo ai diversi allestimenti della natività.

Nel territorio del Roero l’Ecomuseo delle Rocche suggerisce due percorsi da effettuare in questo periodo natalizio per smaltire cenoni e pranzi delle feste. A Pocapaglia puoi percorrere il sentiero dei presepi spontanei nascosti tra la vegetazione e a Monticello d’Alba il sentiero degli alberi di Natale. Scopri tutti i dettagli su: www.ecomuseodellerocche.it

Fino al 7 gennaio ai Giardini della Rocca a Bra, si può visitare l’allestimento di "Presepiando: il tuo presepe in esposizione".  Sono i bambini a sbizzarrirsi, utilizzando materiali di recupero trovati in casa. Tra gli alberi secolari si incontrano lupi, orsi, civette, splendide sculture in legno a grandezza naturale realizzate dall'artista Barba Brisu. I piccoli presepi sono tutti da cercare tra gli anfratti di roccia, sotto gli alberi o su tappeto di foglie. Nella grotta costruita con scaglie di pietra e, posate sulla paglia, ci sono le sagome della Madonna, Giuseppe e il bambinello. Sempre a Bra, nella Chiesa di Santa Croce dalle 15 alle 19, sarà possibile vedere il presepe artistico in cui sono rappresentati alcuni monumenti della città della Zizzola. Apertura tutti i giorni fino al 9 gennaio. Obbligatori green pass, mascherina e distanziamento.

Sul viale dei Platani a Cherasco, nei pressi del castello visconteo, da qualche anno vengono allestiti piccoli presepi nelle cavità dei vecchi alberi. Saranno collocati in queste originali nicchie fino al 9 gennaio.

Bruna Aimar

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU