/ Cronaca

Cronaca | 10 dicembre 2021, 11:00

Rissa a Bra: sei persone denunciate da Carabinieri e Polizia Municipale

Si tratta di quattro italiani e due stranieri venuti alle mani in via Principi di Piemonte nella serata dello scorso venerdì 3 dicembre. Dovranno rispondere di rissa e in un caso di lesioni personali aggravate. Per loro avanzata la richiesta di Daspo Willy

Rissa a Bra: sei persone denunciate da Carabinieri e Polizia Municipale

Sono sei in totale le persone denunciate dai Carabinieri e dalla Polizia Municipale di Bra con l’accusa di aver partecipato a una violenta rissa avvenuta la sera dello scorso venerdì, 3 dicembre, in via Principi di Piemonte, all’esterno di un esercizio pubblico del centro storico.

Si tratta di sei soggetti, tutti uomini, di età compresa tra i 24 e i 55 anni (quattro di nazionalità italiana e due albanese), alcuni già noti alle forze dell’ordine, per i quali è scattata la denuncia in stato di libertà per rissa e, a carico di uno di loro, per lesioni personali aggravate alla Procura della Repubblica di Asti.

All’origine del fatto un apprezzamento considerato eccessivo nei confronti di una ragazza di uno dei due gruppi, che avrebbe fatto degenerare la situazione all’esterno del locale.

Quella sera, all’arrivo delle pattuglie i responsabili si erano già dileguati, ma i Carabinieri della Stazione di Bra e gli agenti della Polizia Municipale, a conclusione di una meticolosa attività investigativa, sono riusciti a ricostruire quanto avvenuto.

Fondamentale per l’identificazione del gruppo è risultata l’analisi delle immagini della videosorveglianza del Comune di Bra, cui si sono aggiunti alcuni video registrati da privati e messi a disposizione degli inquirenti, le decine di testimonianze raccolte e il referto medico di un giovane partecipante alla rissa che, nelle ore immediatamente successive, era ricorso a cure mediche presso l’ospedale di Verduno per una ferita al viso dovuta a un colpo ricevuto con un bicchiere di vetro.

Per tutti i partecipanti alla rissa, a causa delle condotte violente e in relazione alla pericolosità sociale dimostrata, è stata richiesta alla Questura di Cuneo l’emissione del provvedimento di divieto di accesso agli esercizi pubblici del centro di Bra, cosiddetto “Daspo Willy”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium