ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Attualità

Attualità | 07 dicembre 2021, 19:30

Cortemilia, la Confraternita della Nocciola in lutto: è mancato Antonio Patrone

L'uomo, 80 anni, fu tra i fondatori del sodalizio nell'anno 2000. Persona sempre disponibile, attiva nel sociale e impegnata nella valorizzazione del territorio

Antonio Patrone (secondo da sx) è stato tra i soci fondatori della Confraternita della Nocciola Tonda Gentile di Cortemilia.

Antonio Patrone (secondo da sx) è stato tra i soci fondatori della Confraternita della Nocciola Tonda Gentile di Cortemilia.

La Confraternita della Nocciola Tonda Gentile di Langa piange la scomparsa di Antonio Patrone, 80 anni, socio fondatore del sodalizio nato nel 2000 da un’idea di un gruppo di amici che ha saputo valorizzare e promuovere la nocciola più pregiata in Italia e nel mondo.

Ne dà notizia l'amico Ginetto Pellerino che, su Facebook, scrive: «Antonio è stato per anni un “pilastro” della Confraternita, sempre attivo, sorridente, generoso, pronto a dare il suo contributo e a mettere le sue capacità a disposizione di tutti.

Le nocciole che “zuccherava” in diretta, davanti a decine di turisti e visitatori, senza mai sbagliare i tempi di cottura appartengono alla storia della Confraternita. Calde, buone, mai appiccicose. Sempre con il grembiule verde a cucinare, servire ai tavoli, pieno di energia e di vitalità. Il tumore contro cui combatteva da anni lo ha logorato piano piano, e ultimamente soprattutto a livello intellettivo e motorio. Era un langhetto doc, un uomo tenace, forte, energico, sempre gioviale. Siamo stati insieme nella Confraternita, l’abbiamo fondata con altri amici. Abbiamo fatto insieme un importante pezzo di strada della nostra vita».

Il giornalista Giovanni Smorgon, che ha ricevuto il premio “Dumini Abbate e la squadra della piazza” 2021, lo ricorda così: «Con Antonio se ne va una persona sempre disponibile e impegnata a tramandare le tradizioni del nostro territorio, un uomo dal carattere d’oro che smussava tutti gli angoli e ci regalava momenti gioiosi».

Roberto Bodrito, sindaco di Cortemilia: «Era una persona sempre attenta al prossimo e alle iniziative sociali. Lui era sempre tra i primi a prodigarsi per il paese, per la festa del Borgo della Pieve e per la valorizzazione del territorio. Non dimenticheremo mai il suo impegno costante per la comunità cortemiliese. Un uomo che ha scritto pagine importanti del nostro paese».

Antonio Patrone lascia la moglie Duccia, la figlia Claudia col compagno Luigi, la sorella Costanza, il figlioccio Ezio, l’affezionata Karyna. Il funerale sarà celebrato giovedì 9 dicembre alle ore 11 nella chiesa di San Pantaleo a Cortemilia.

Livio Oggero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium