/ Cronaca

Cronaca | 23 novembre 2021, 07:37

Due giovani morti, nella stessa curva, nel giro di quattro mesi: la tragedia a Venasca

La località “Pilone Rocche”, lungo la strada provinciale 8, teatro di due gravissimi incidenti. Nel sinistro di ieri ha perso la vita Lukasz Krysiak, classe 1990. Il 5 luglio scorso è morto il 29enne Nicolas Francisco Valenzuela

L'incidente di ieri mattina sulla SP 8 tra Venasca e Piasco

L'incidente di ieri mattina sulla SP 8 tra Venasca e Piasco

È Lukasz Krysiak la vittima del grave incidente stradale di ieri mattina, sulla strada che collega Venasca a Piasco.

Il giovane, classe 1990, di nazionalità polacca, era alla guida di un’Alfa Romeo. Stava percorrendo la strada provinciale numero 8, quella che risale la Valle Varaita. All’altezza di località “Pilone Rocche”, lo schianto contro una Fiat Punto che viaggiava in direzione opposta. Una terza auto che viaggiava sulla Provinciale 8 è rimasta coinvolta nell’incidente, andando a sua volta ad impattare contro la “Punto”.

Krysiak è morto sul colpo, nonostante l’intervento immediato dei soccorsi. Si registrano altri due feriti, trasportati d’urgenza in ospedale: il primo, in codice rosso, di estrema gravità, mentre il secondo ha riportato traumi ai quali i sanitari del 118 hanno attribuito un codice giallo, di media gravità.

Il giovane 31enne, residente a Venasca in località Meyra La Rocca, ha perso la vita nello stesso punto dove, il 5 luglio scorso, era morto Nicolas Francisco Valenzuela, giovane 29enne, di origine argentine, anch’egli residente a Venasca.

Valenzuela era in sella alla sua motocicletta, lungo la Provinciale 8, in direzione Piasco, quando si era scontrato con una Ford Fiesta che, anche in quel caso, procedeva in direzione opposta.

I soccorsi del 118 si erano purtroppo rivelati vani: il giovane, classe 1992, era morto sul colpo.

Sempre la strada provinciale numero 8 è stata teatro, il 23 ottobre, del terribile incidente nel quale hanno perso la vita Enrico Olivero, giovane di 22 anni, e Paolo Salvatico, di 23 anni.

I due erano a bordo della Mercedes Classe A guidata da Olivero, insieme ad altri tre amici, quando, lungo la strada vecchia che collega Venasca a Brossasco, sono usciti di strada e, senza toccar terra, hanno finito la loro corso sulla sponda opposta del torrente Varaita.

Un volo di alcune decine di metri, da un argine all’altro del corso d’acqua, poi lo schianto.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium