/ Cronaca

Cronaca | 22 novembre 2021, 18:08

Sanpietrini in una vetrina a un passo da via Maestra: “Questa è Alba, signori!"

Il deprecabile atto di vandalismo ai danni di una caffetteria-libreria nel cuore del centro storico. L’assessore Marcarino: "E' l'ultimo episodio di una lunga serie. La Polizia Locale sta visionando le immagini di una vicina telecamera per risalire ai suoi autori"

Le immagini pubblicate che la titolare de "La Bookeria" di via Paruzza ha pubblicato sulle sue pagine social

Le immagini pubblicate che la titolare de "La Bookeria" di via Paruzza ha pubblicato sulle sue pagine social

C’è comprensibile amarezza nelle parole con cui Cinzia Grande, titolare della caffetteria-libreria "La Bookeria" di via Paruzza ad Alba, denuncia il grave episodio di vandalismo verificatosi nella notte tra sabato e domenica, quando la porta di ingresso del suo locale, a due passi da via Maestra, è stata infranta dal lancio di alcuni sampietrini. Un atto deprecabile, per ora ascrivibile a ignoti, che per farlo si sono con tutta probabilità serviti da un mucchio di cubetti di pietra abbandonato a pochi metri di distanza, lì rimasti dopo alcuni recenti lavori di sistemazione del porfido lungo la via.

"Il prossimo che mi dice che sono solo ragazzi verrà gentilmente invitato a pagare i danni. Questa è Alba, signori!", ha scritto l’imprenditrice nel denunciare l’accaduto sui suoi canali social, dove la segnalazione ha suscitato lo sdegno e la solidarietà di tanti concittadini.

Tra questi l’assessore comunale alla Sicurezza Marco Marcarino, che a sua volta stigmatizza l’accaduto appellandosi al senso civico degli albesi. "L’atto di vandalismo che ha colpito la vetrina di un bar di via Paruzza è purtroppo soltanto l’ultimo di una lunga serie di gesta stupide e vigliacche da parte di ignoti che da tempo oltraggiano la nostra città e rende necessaria una seria riflessione sul senso civico. Non si tratta infatti di un gesto isolato, ma di un’azione assimilabile all’insieme di atti incivili che Alba è costretta a subire: danneggiamenti, abbandono di rifiuti, imbrattamenti, mancanza generale di rispetto per il bene pubblico. Un’insieme di azioni che hanno una matrice e una vittima comuni: l’inciviltà di pochi individui che si ripercuote in maniera esponenziale sull’intera comunità".

"Il Comune, dal canto suo, può e deve implementare i controlli – prosegue l’assessore –: abbiamo già potenziato il sistema di videosorveglianza  continueremo a implementarlo. Purtroppo il territorio comunale è molto grande e le richieste arrivano da più parti. Tuttavia la collaborazione e il senso civico dei cittadini restano indispensabili per garantire il decoro urbano e la tranquillità che Alba si merita. È necessario che i cittadini più virtuosi utilizzino i canali di comunicazione del Comune e delle forze dell’ordine per segnalare e denunciare episodi di illegalità".

"Per il grave episodio accaduto nello specifico all’incrocio tra via Maestra e via Paruzza –
conclude Marcarino – esiste una telecamera di cui la Polizia Locale sta visionando le immagini e invito il danneggiato a fare denuncia al fine di attuare le indagini del caso ed eventualmente utilizzare anche altre immagini di telecamere private dei paraggi”.

E. M.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium