/ Attualità

Attualità | 15 novembre 2021, 17:10

Da Limone a Prato Nevoso, piste imbiancate e un'iniezione di fiducia in vista della ripartenza

Per ora nessuno si sbilancia, ma questa nevicata potrebbe segnare l'avvio anticipato della stagione sciistica. Il mondo dello sci, in Italia, è fermo da marzo 2020

Da Limone a Prato Nevoso, piste imbiancate e un'iniezione di fiducia in vista della ripartenza

"Siamo fiduciosissimi!". A dirlo l'amministratore delegato della Lift, Antonella Zanotti. Per ora non si parla di apertura anticipata, ma la nevicata in corso fa ben sperare. I gestori delle piste e i tantissimi appassionati. Non si scia, in Granda e in tutta Italia, da marzo 2020. C'è voglia di ripartenza. 

A Limone Piemonte l'entusiasmo si percepisce anche dalle parole del sindaco Massimo Riberi. La neve sta scendendo in paese, a quota 1000 metri circa. Il che significa che in quota la nevicata in corso è decisamente copiosa. Sulle piste della Riserva Bianca l'accumulo, al momento, è di una ventina di centimetri. Una base buona per far lavorare i cannoni.

E dalla prossima settimana sono previste ulteriori precipitazioni anche a quote basse, oltre che un abbassamento delle temperature. 

Stessa cosa per quanto riguarda le piste del Mondolè, da Prato Nevoso ad Artesina. E nevica copiosamente anche nelle valli del Saluzzese. A Pian della Regina l'accumulo è superiore ai 40 centimetri, così come è abbondante la neve in alta Valle Stura, con il Maddalena già chiuso in mattinata. 

Una nevicata che fa bene alle montagne e all'economia della neve, strategica per la nostra provincia. Un'occasione di festa che si concretizzerà il 27 novembre a Cuneo, quando tutto il mondo della neve si ritroverà per la ripartenza.

Barbara Simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium