/ Eventi

Eventi | 14 novembre 2021, 17:27

L’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba raccoglie 457.300 euro [FOTO E VIDEO]

Archiviata la XXII^ edizione, Hong Kong si aggiudica l’ultimo lotto per 103.000 euro e un tartufo da 830 grammi

Foto di Barbara Guazzone

Foto di Barbara Guazzone

Si è chiusa alle 15 del 14 novembre 2021, la 22ª edizione dell’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba, il grande evento di solidarietà organizzato dall’Enoteca Regionale Piemontese Cavour, con il supporto della Regione Piemonte, dell’Enit-Agenzia Nazionale Italiana del Turismo, dell’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, del Centro Nazionale Studi Tartufo e dell’Ordine dei Cavalieri del Tartufo e dei Vini di Alba.

A presentare l’evento e in veste di “battitori”, come ormai da diversi anni, la conduttrice televisiva Caterina Balivo e l’attore comico Enzo Iacchetti, coadiuvati dal giornalista e curatore gastronomico Paolo Vizzari.

All’incanto come ogni anno quattro lotti di pregiatissimo Tartufo Bianco d'Alba, in abbinamento ai grandi formati dei vini dei produttori aderenti al Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani e ai maxi Panettoni “made in Piemonte” di 5 kg e 10 kg, firmati da Albertengo, storica azienda di Torre San Giorgio, nel Cuneese.

In collegamento per partecipare all’asta: da Hong Kong lo chef Umberto Bombana (Tre Stelle Michelin) con il suo celeberrimo ristorante “8½ Otto e Mezzo Bombana”, assieme a Maria Pranzo di "Aretê food and wine", che rinnovano anche il rapporto solidale e umanitario tra l’Asta e l'Istituto Mother's Choice, associazione benefica che aiuta bambini senza famiglia. Da Mosca lo chef Davide Corso del “Bosco Cafe” sito all’interno dei celebri Magazzini Gum, in compagnia dell’Assessore al Turismo del Comune di Alba, Emanuele Bolla e l’ambasciatore d’Italia presso la Federazione Russa, Giorgio Starace, con il loro pubblico sosterranno il Dmitry Rogachev National Medical Research Center of Pediatric Hematology, Oncology and Immunology, centro di ricerca d’avanguardia specializzato nelle malattie ematologiche, oncologiche e immunologiche dell’infanzia e nella diagnostica molecolare.

Come sempre ricco il parterre nella sede del Castello di Grinzane Cavour, da rappresentanti della pubblica amministrazione, come il vice presidente della regione Piemonte, Fabio Carosso, a quelli dell’imprenditoria non soltanto locale.

A fare da madrina e padrini all’asta dei diversi lotti: Martina Caironi, atleta paralimpica azzurra, fresca vincitrice di 2 medaglie d’argento ai Giochi di Tokyo, dopo gli ori di Londra e Rio, Alessandro Campagna, oro olimpico e più volte campione del mondo con il Settebello, attualmente allenatore della nazionale italiana di Pallanuoto e Fulvio Marino, panificatore del Mulino Marino di Cossano Belbo.

Nel corso dell’evento, premiato con uno speciale diploma, entrerà nel novero degli ambasciatori del Tartufo Bianco d’Alba Riccardo Monco, chef dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze, alfiere nel mondo della cucina italiana d’eccellenza.

Il primo lotto battuto, con partenza in base d’asta da 1.000 euro, è stato un tartufo di 230 gr aggiudicato per 5.100,00 euro; il secondo lotto con un tartufo di 250 gr, partendo da una base ancora di 1.000 euro, è stato aggiudicato per 6.000 euro; per il terzo lotto sale la base d’asta a 1.500 euro, mentre il tartufo raggiunge il peso di 400 gr ed è stato aggiudicato per la cifra di 8.000 euro.
Il quarto lotto è quello più atteso, l’asta coinvolge anche le sedi di Hong Kong e Mosca e vede protagonista un tartufo da 830 gr, accompagnato da una bottiglia di 9 litri di Barolo riserva Bussia 2012 di Franco Conterno, una 5 litri di Barbaresco Serraboella 2013 di Paitin e un panettone Albertengo da 20 kg.

Come sempre il quarto lotto accende la sfida, colpo su colpo, con i collegamenti e i rilanci in diretta da Mosca e Hong Kong, più quelli dalla sede di Grinzane Cavour, si parte da una base d’asta di 10.000 euro, con rilancio ad ogni alzata di mano pari 2.000 euro. Hong Kong parte subito con un’offerta di 20.000, risponde Grinzane Cavour con 30.000 e segue subito Mosca con 40.000 e in un batti e ribatti, si arriva al colpo di martello che aggiudica il lotto al Giappone per un importo di 103.000 euro.

Alla fine di questa 21^ edizione, l’asta si chiude con un raccolto pari a 457.300 euro, che verrà devoluto all’istituto Mother's Choice, al Dmitry Rogachev National Medical Research Center of Pediatric Hematology, Oncology and Immunology e, per quanto riguarda l’Italia, alla Fondazione Ospedale Alba-Bra Onlus per il progetto di umanizzazione pittorica del reparto pediatrico dell'Ospedale "Michele e Pietro Ferrero" di Verduno.

Andrea Olimpi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium