/ Attualità

Attualità | 08 novembre 2021, 16:57

Qualità dell'aria: riapre il bando del Programma di Sviluppo Rurale

Nel mese di novembre si potrà fare la richiesta per cofinanziamento nell'acquisto macchine e attrezzature per la fertilizzazione a basse emissioni

Qualità dell'aria: riapre il bando del Programma di Sviluppo Rurale

Attenzione all’aria: esiste… il semaforo! Nei Comuni di collina e pianura dal 15 settembre al 15 aprile vige il divieto di combustione dei residui colturali, secondo le disposizioni dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Piemonte. Un vademecum da seguire a livello nazionale, sotto indicazioni europee. A proposito la Corte di Giustizia del vecchio continente ha condannato l’Italia che rischia di pagare una salatissima ammenda per superamento della soglia dei valori massimi di particolato (PM) nell’aria.

Questo è solo un aspetto tenuto sott’occhio dai Comuni italiani. In Piemonte l’Arpa è la realtà preposta alla misurazione, aggiornata ben tre volte la settimana (Per approfondimenti sulle zone clicca qui. Per sapere la situazione del tuo Comune consulta qui)

 

Il semaforo regola la qualità dell’aria e le tecniche di concimazione, sia organica che minerale, in ambito agricolo. Se i colori del semaforo sono giallo o rosso, la fertilizzazione deve essere effettuata a bassa con tecniche a bassa emissione di ammoniaca.  Quando il semaforo è verde, sono adottabili anche le tecniche tradizionali di concimazione.

 

Le macchine e le attrezzature per la fertilizzazione a basse emissioni sono cofinanziate dal Programma di Sviluppo Rurale, operazione 4.1.3, che ha già concesso circa 8 milioni di euro di contributi a oltre 700 imprese agricole beneficiarie. Il prossimo bando aprirà nel mese di novembre 2021.

Livio Oggero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium