/ Attualità

Attualità | 08 novembre 2021, 13:16

Cherasco, concessionaria del Comune per le multe vittima di attacco ransomware

Il Municipio informa i cittadini dopo l’episodio di inizio ottobre: "Nessuna evidenza di furto di dati"

Il Municipio di Cherasco (foto Barbara Guazzone)

Il Municipio di Cherasco (foto Barbara Guazzone)

Ad oggi non vi sono evidenze di esfiltrazione di dati sensibili dai server colpiti dall’attacco ransomware subito dalla Maggioli Spa, affidataria per il Comune di Cherasco del servizio di stampa, postalizzazione, notificazione e rendicontazione dei verbali di infrazione al Codice della Strada e di polizia amministrativa di competenza della Polizia Locale.

E’ quanto si fa sapere dal Municipio cheraschese in merito all’attacco informatico subito nei primi giorni di ottobre da parte di un noto gruppo internazionale, che ha comportato una perdita temporanea di disponibilità dei dati personali inseriti nei predetti server.

Nei giorni scorsi la citata società ha segnalato al Comune che i dati oggetto dell’attacco sono stati ripristinati, progressivamente già a far data dal 4 ottobre, grazie alle politiche di backup.

Le uniche conseguenze che ad oggi sono state evidenziate, riguardano una temporanea perdita di disponibilità dei dati senza alcuna traccia di eventuale perdita di riservatezza degli stessi. Maggioli ha comunicato di avere sporto segnalazione al Garante della privacy – come fatto anche dal Comune di Cherasco – e denuncia alla polizia postale.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium