/ Attualità

Attualità | 12 ottobre 2021, 15:59

Vaccino antinfluenzale al via in Piemonte. Potrà essere fatto insieme a quello contro il Covid

Da giovedì la campagna che coinvolgerà in prima battuta 180mila tra ottuagenari e ospiti delle Rsa. Cirio: "La nostra Regione farà da pilota per la sperimentazione del fascicolo sanitario elettronico"

Il governatore Cirio e l'assessore alla Sanità Icardi (ph. Barbara Guazzone)

Il governatore Cirio e l'assessore alla Sanità Icardi (ph. Barbara Guazzone)

Al via giovedì in Piemonte alla somministrazione del vaccino antinfluenzale, che coinvolgerà in prima battuta 150mila over 85 e 30mila ospiti delle Rsa. A fare il punto alla vigilia dell'avvio della campagna il presidente della Regione Alberto Cirio, che ha annunciato anche un importante novità.

Piemonte Regione pilota per fascicolo sanitario elettronico

"Il ministro Colao - ha spiegato il governatore - ci ha comunicato che saremo fra le sei regioni pilota in Italia per la sperimentazione del fascicolo sanitario elettronico". "A me - ha aggiunto Cirio - è capitato di andare alla Molinette con una risonanza magnetica fatta ad Alba, e il medico non era in grado di vederla: nel 2021 questo non può accadere".

Comprate anche 10mila dosi di vaccini spray

Da giovedì prenderà il via la campagna antinfluenzale del Piemonte presso gli studi di circa 3.000 medici di famiglia. La Regione in primavera ha acquistato 1.1 milioni di dosi, aggiudicate a 5 case farmaceutiche, con un investimento da 9 milioni di euro. Per la prima volta sono stati comprati anche 10 mila dosi di vaccini per i bambini da 6 mesi a 6 anni, che viene somministrato nella forma di spray.

Vaccino influenza può essere fatto con quello contro il Covid

"Il vaccino contro l'influenza", ha chiarito governatore, "può essere fatto contemporaneamente a quello contro il Covid: l'uno non esclude l'altro, e anzi negli studi medici che hanno aderito alla campagna vaccinale contro il Covid sarà possibile la co-vaccinazione". E sempre sul fronte della lotta alla pandemia Cirio ha annunciato che la Regione non impedirà alle farmacie di aprire extraorario per effettuare tamponi.

Over 60 e donne in gravidanza tra i primi vaccinati

Dopo gli over 85, toccherà poi agli over 60, ai bambini con meno di 6 anni, al personale sanitario, alle donne in gravidanza, ai familiari di soggetti a rischio, ai donatori di sangue e alle persone che lavorano a contatto con gli animali.

"Nel 2019, quindi prima della pandemia, sono state acquistate 713.000 dosi. Nel 2020 sono state vaccinate contro l'influenza 935.000 persone: quest'anno abbiamo comprato 1 milioni e 100 mila dosi, quindi ben di più, per trovarci nella situazione migliore", ha concluso Cirio.

Cinzia Gatti

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium