/ Attualità

Attualità | 11 ottobre 2021, 19:06

Marcello Pasquero racconta il suo Marcello Press, in onda dal lunedì al venerdì

Dalle 10 alle 11, il programma delle notizie e degli approfondimenti del territorio condotto dal giornalista roerino, direttore organizzativo di Alba Capitale della Cultura d’Impresa e speaker di Radio Alba

Marcello Pasquero

Marcello Pasquero

Aveva tredici anni quando ha pubblicato il suo primo articolo: giornalista da più di vent’anni e firma albese per Gazzetta d’Alba, Marcello Pasquero è anche una delle voci di Radio Alba, da lui definita “la bella tra le belle”.

In onda ogni giorno con Marcello Press, quotidianamente porta le storie del territorio ai microfoni della radio nata tra le colline di Montelupo Albese.

Come sei entrato a far parte del team di Radio Alba?

Ho cominciato sei anni fa. Inizialmente facevo dieci minuti a settimana con Dieghito e commentavamo la prima pagina dei giornali, ai tempi Gazzetta d’Alba e Corriere.

Avevo già avuto un’esperienza a Radio Valle Belbo con il programma “poco calcio minuto per minuto”, ma non avevo mai parlato al microfono e la prima volta ero un po’ intimorito. Pian piano i dieci minuti sono diventati quarto d’ora, il quarto d’ora mezz’ora e quando Paolo Ciliutti è andato in pensione, si è deciso di inserirmi in pianta stabile con il programma di approfondimento di notizie del territorio “Marcello Press”, giocando sull’inglese e sul fatto che all’epoca ero presidente di un’associazione giovani di Priocca.
Per il notiziario, sei notizie di cui una sportiva, aggiornate due volte al giorno, attingo anche a La Voce di Alba. Lo leggono Wally al mattino e Dieghito al pomeriggio.
All’inizio le notizie erano di respiro regionale, ora solo di Langhe e Roero. Questo è il punto di forza della radio, un luogo di contatto diretto con il territorio: da ciò che avviene nel comune di Alba e nelle nostre colline, alle feste, agli appuntamenti culturali…

 

Com’è cambiata Radio Alba in questi anni?

Quando sono entrato a far parte del team, la Radio stava rinnovando gli studi. Dalla morte di Alberto Levi, chi ha preso le redini è stata la sorella Antonella e successivamente Claudio Rosso, che ha dato una nuova impronta al progetto. L’idea era quella di non guardare più alle grandi città, ma concentrarsi sul territorio.
Poi sono arrivati lo streaming, i video, l’app, i social, le live.
Il rinnovo dei locali ci ha permesso di ricevere gli ospiti, gli imprenditori locali, gli amministratori: finalmente gli studi erano a posto e la radio di Alba degli Albesi: un lavoro che continua e che deve continuare.

Come racconta la realtà il Marcello Press?

A mio modo. Magari facendo discutere, tra feedback positivi e negativi. Commentare notizie di attualità quest’anno significa anche dare un grande spazio ad Alba Capitale della Cultura d’Impresa e alle aziende, oltre alle sue numerose rubriche: tutti i terzi martedì del mese si parla di cucina a “radio chef”, con lo stellato Davide Palluda, le sue ricette e i suoi colleghi da tutto il territorio.
Ogni due giovedì, dalle 11 alle 12, io e Dieghito parliamo di “buone energie del territorio”, l’unico programma di sole buone notizie da associazioni e onlus, sponsorizzato da Egea.
L’ultimo lunedì di ogni mese, “ACA informa”: servizi e approfondimenti su temi fiscali per le aziende.
Ogni due settimane, invece, “Alba Informa”, il notiziario del Comune di Alba con sindaco, consiglieri e assessori che raccontano le iniziative dell’Amministrazione albese.

E poi c’è Lunedì Sport.

“Ogni lunedì dalle 18 alle 20. Questo è un programma di cui sono particolarmente orgoglioso, nato due anni e mezzo fa. Mia moglie, con cui cerco di non litigare, fa la regia, io mi occupo della parte sportiva. Fino ad oggi abbiamo ospitato circa 100 società sportive diverse. Il mio obiettivo è dare questo spazio a tutte le 200 società sportive, per raccontarsi. In quelle due ore leggiamo i risultati sportivi di tutti gli sport, rugby, badminton, scherma... Il calcio è meno della metà della trasmissione.

Nonostante la pandemia ci abbia rallentato un po’, abbiamo cercato di dar comunque voce ad atleti e società, abbiamo interagito con i presidenti, tenendo alta l’attenzione. Molte società hanno rischiato di scomparire. È uno spazio in cui nascono molte richieste per le istituzioni. Per alcune società sono arrivati aiuti, altre non ce l’hanno fatta.

E quando tutto si è fermato, per colmare le lacune, ci siamo inventati l’ultimo quarto d’ora dedicato ai libri, dove leggiamo la classifica dei libri più letti d’Italia. Insomma, il programma è vasto e vario. Vorrei che tutti i giornalisti ricevessero la fiducia che hanno riposto Claudio e Antonella in me e che spero di aver ripagato”.

Radio Alba sarà in diretta dal Pala Alba Capitale domani sera, martedì 12 ottobre, alle ore 21.00, celebrando i suoi 45 anni con un ospite d'eccezione come Gabriele Roberto, musicista di fama internazionale e primo compositore a essersi aggiudicato il Japan Academy Award, il maggior riconoscimento giapponese in ambito cinematografico. A seguire, il concerto dei Santarè, gruppo musicale braidese formato da soli imprenditori, premiati nell’ambito del Festival Radio Alba con Alba Capitale della Cultura d’Impresa, che presenteranno il nuovo singolo.

Maria Pane

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium