/ Economia

Economia | 03 ottobre 2021, 18:23

Educazione finanziaria da manuale, ottima ripartenza della cattedra di Ghisolfi

Sabato prossimo, appuntamento a Spello per il ricevimento del premio Costantino Magno

Educazione finanziaria da manuale, ottima ripartenza della cattedra di Ghisolfi

Ottima la prima. La prima della ripartenza itinerante dell’educazione finanziaria da Manuale, che da Cortona segna il proprio debutto parallelo all’avvio dell’anno scolastico finalmente di nuovo in presenza.

La città in provincia di Arezzo, celebre per essere la culla di Francesco Laparelli, ingegnere progettista alla corte dei De’ Medici, del Vaticano e dei Maltesi, dal quale la scuola di ragioneria ha tratto il proprio nome, ha ospitato un ricco palinsesto di eventi diffusi entro tutto il centro storico e conclusi appunto lo scorso sabato nei saloni del Municipio, con la lectio magistrale del Banchiere scrittore Beppe Ghisolfi introdotta dai dirigenti scolastici dell’istituto e dai vertici di Amministrazione comunale e Banca Popolare di Cortona.

La lezione, svoltasi nel pomeriggio, ha permesso di evidenziare il significato di alcune parole e terminologie oggi quotidianamente ricorrenti nel linguaggio mediatico e televisivo, ma spesso prive dei necessari approfondimenti che competono all’educazione finanziaria di cui il Banchiere oggi europeo è pioniere e “cattedra itinerante” (nella memorabile definizione del Presidente ABI Antonio Patuelli).

Oramai tutto passa tramite la necessità di occuparsi di economia attiva: pensiamo soltanto a un mutuo casa stipulato in un determinato Paese ma assicurato tramite un prodotto finanziario (derivato o subordinato) acquistato magari dall’altra parte del mondo; oppure a un investimento in cripto-valute descritte come alternativa alle monete tradizionali ma che necessitano di queste ultime per essere valutate e scambiate, nonché di regole interne non meno complesse delle altre; oppure ancora all’exploit delle bollette energetiche, causato dai movimenti speculativi che avvengono sui mercati secondari dei certificati di emissione della CO2.

Assieme al Professor Ghisolfi sono intervenuti il Presidente e il Direttore generale della Popolare di Cortona, rispettivamente Giulio Burbi e Roberto Calzini, il Sindaco del Comune Luciano Meoni e la Professoressa Rita Ceccarelli con il giornalista Sandro Addario.

Sabato prossimo 9 ottobre, la Cattedra itinerante si sposta a Spello, in provincia di Perugia, per ritirare il Premio Costantino Magno, riconoscimento autorevole con il quale Beppe Ghisolfi sarà insignito assieme al Ministro emerito degli Affari esteri Franco Frattini, con l’organizzazione di volontariato Humanitas Universo e con l’ambasciatore emerito d’Albania presso Città del Vaticano Zef Bushati.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium