/ Eventi

Eventi | 29 settembre 2021, 13:23

"Voci dall'Afghanistan", l'evento online dello Zonta Club di Alba Langhe e Roero

Nel tentativo di promuovere il rispetto dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, ha deciso di far sentire la propria voce per denunciare l’attuale situazione in Afghanistan. L'appuntamento è lunedì 4 ottobre

Haidari Fatima e Valentina Ruggiu

Haidari Fatima e Valentina Ruggiu

Lo Zonta Club Alba Langhe e Roero, fedele alla missione internazionale di Zonta International, nel promuovere la giustizia e il rispetto dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, ha deciso di far sentire la propria voce per denunciare l’attuale situazione in Afghanistan, che sta comportando gravi violazioni dei diritti universali. I talebani, infatti, hanno imposto limitazioni alla libertà individuale procedendo allo smantellamento dei progressi fatti negli ultimi venti anni nel campo dei diritti umani.

Lo Zonta Club Alba, Langhe e Roero, pertanto, in collaborazione con Sapere Ambiente, il magazine on line di Sapere Network - ovvero la startup innovativa del gruppo albese Hub48 che realizza attività editoriali e di comunicazione, e supporta le aziende nella realizzazione di progetti di responsabilità sociale - ha raccolto alcune testimonianze che verranno diffuse via web il giorno 4 ottobre alle ore 21, “Voci dall’Afghanistan”.

Nel corso del webinar saranno intervistati la giornalista Ruggiu Valentina, la guida turistica afghana Haidari Fatima, l’operatore di Emergency Luca Radaelli.

Zonta International nasce come club service nel 1919 negli USA grazie a Marian de Forest. È un’organizzazione mondiale di servizio formata da persone attive nel mondo del lavoro, desiderose di impegnarsi per migliorare la condizione legale, politica, economica e professionale della donna, per promuovere il rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali.

Nell’anno 2002 nasce lo Zonta Club Alba, Langhe e Roero, le cui socie hanno sempre messo e continueranno a mettere a disposizione il loro tempo, le loro capacità e le loro energie per collaborare all’attuazione a livello locale e internazionale di servizi e azioni, volte a migliorare la condizione della donna e della famiglia.

Valentina Ruggiu, classe 1990, inizia a collaborare con Repubblica nel 2015 e con l’Espresso nel 2016. Per il gruppo Gedi, attualmente, si occupa di produzione e distribuzione di video sulle piattaforme social, ma continua a dedicarsi, attraverso articoli e servizi, di diritti umani e delle donne, di denunce e di trovare storie positive che possano ispirare il prossimo. Consapevole del potere del giornalismo, le interviste a chi è in difficoltà si tramutano spesso in aiuto: così è accaduto per una famiglia siriana durante la crisi migratoria del 2016 e così è accaduto con Haidiri Fatima.

Haidiri Fatima nasce nel cuore dell’Afghanistan. Anche se da piccola non ha il permesso di andare a scuola, impara a leggere e scrivere ascoltando di nascosto le lezioni riservate ai maschi. Lotta contro la sua famiglia per non diventare sposa a 14 anni e continua ad istruirsi da sola e a frequentare le scuole allestite dalle ong internazionali per i rifugiati interni. Grazie alla sua tenacia riesce ad entrare alla facoltà di giornalismo e a diventare la prima guida turistica afghana. Quando i talebani tornano in Afghanistan, messa di fronte all’alternativa di essere uccisa, scappa in Italia trovandovi rifugio.

Emergency è un’associazione italiana indipendente e neutrale che si occupa di portare aiuto negli ospedali, negli ambulatori, con operatori preparati che agiscono sul campo, come Luca Radaeli e che lavorano ogni giorno per offrire cure alle vittime della guerra e della povertà. È presente in Afghanistan da 20 anni.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium