/ Attualità

Attualità | 15 settembre 2021, 10:01

In Valle Stura c'è la cima dedicata a Tommy: "Ci ha insegnato un modo diverso di andare in montagna" (FOTO E VIDEO)

A sud della Rocca di San Bernolfo nel vallone di Collalunga si trova la vetta dedicata a Thomas Benedetto, di Monteu Roero, morto nel 2010 a soli 12 anni. Questa cima riassume tutto ciò che lui amava: i falchi, gli stambecchi, i laghi

Mamma Paola e papà Carlo su cima Tommy

Mamma Paola e papà Carlo su cima Tommy

 

 

 

 

Nel luglio del 2011 fu posta la targa con foto ricordo sul grande "omino" in pietre. Tre mesi dopo, ad ottobre, la croce di vetta in metallo.

In un'escursione voluta dal gruppo di Alpinismo giovanile della sezione di Alba del Cai, insieme alla famiglia di Thomas Benedetto, venne così nominata a 2.614 metri di quota la cima "Tommy", dedicata a Thomas Benedetto, di soli 12 anni morto il 6 ottobre del 2010 nella sua casa di Monteu Roero mentre stava giocando con delle corde. 

Thomas, chiamato da tutti Tommy, era il penultimo di sei fratelli, cinque maschi ed una femmina.

Essendo stata una cima senza nome, a distanza di tanti anni, su alcuni forum è ancora oggi identificata come “Cima di Seccia”. É stata invece ufficializzata sulla cartina dell'IGC n. 7. 

Fondamentale quindi divulgare una vetta titolata nel ricordo di un giovanissimo appassionato di alpinismo.

Chi era Tommy? Lo scopriamo in un'intervista in quota alla famiglia: mamma Paola Geloso e papà Carlo Benedetto. Con loro anche Flavio Pennasso, responsabile Alpinismo giovanile del Cai di Alba.

Tiziana Fantino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium