/ Attualità

Attualità | 15 settembre 2021, 15:33

Alba per Haiti: ultima serata di raccolta al quartiere Vivaro

Tanti gli albesi che si sono mobilitati con offerte in denaro o conferendo beni di prima necessità. Quanto raccolto verrà spedito alla missione del padre carmelitano Massimo Miraglio

Parte di quanto raccolto durante le prime due serate organizzate dai volontari del Vivaro

Parte di quanto raccolto durante le prime due serate organizzate dai volontari del Vivaro

Ultimi giorni per partecipare alla raccolta fondi che ha visto il quartiere albese del Vivaro attivarsi in risposta all’appello lanciato da Padre Massimo Miraglio, missionario camilliano di Borgo San Dalmazzo da 16 anni attivo ad Haiti, sull’isola ancora sconvolta dal terribile terremoto dello scorso 16 agosto.

Il sisma, lo ricordiamo, di magnitudo 7.2, ha colpito duramente la popolazione di Haiti, provocando oltre 2.500 morti e almeno 12mila feriti. A distanza di un mese la situazione in cui versa l’isola si presenta ancora drammatica, con gli abitanti privi dei più elementari generi di prima necessità.

Grazie all’iniziativa di Silvia Giamello, subito sposata dal presidente del comitato di quartiere Roberto Tibaldi, il quartiere Vivaro ha attivato una raccolta fondi che ha già previsto due diversi momenti di raccolta, con buona risposta da parte degli albesi.

"Abbiamo ricevuto diverse donazioni – conferma Silvia Giamello –, sia in denaro, che utilizzeremo per l’acquisto di farmaci una volta che la raccolta sia terminata, sia sotto forma di beni di prima necessità, come vestiti e scarpe per bambini, confezioni di alimentari e anche diversi teli, particolarmente utili considerato che serviranno a dare un riparo a intere famiglie che hanno perso tutto e in questo momento sono prive di qualsivoglia appoggio".

Domani, giovedì 16 settembre, è previsto l’ultimo momento di raccolta, dalle ore 20 alle 22 in strada di Mezzo 10, (entrata dal cancello a destra del caseggiato giallo), mentre la partenza del container con quanto raccolto è prevista a fine settembre.

"Grazie ai tanti albesi che hanno partecipato e a chi vorrà dare il proprio anche piccolo contributo", dice ancora Silvia Giamello, che consegnerà il materiale raccolto e i medicinali acquistati a padre Cipriani, della onlus torinese Madian Orizzonti.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium