/ Cronaca

Cronaca | 12 settembre 2021, 10:35

Tragedia in montagna: muore sul Malinvern Meo Dotta, 66enne di Narzole

Il sindaco Paola Sguazzini: "La comunità è molto colpita da questo lutto. Meo era davvero una brava persona". Garelli, fondatore del WPT: "Era il nostro uomo di fiducia. Mi mancherà moltissimo"

Tragedia in montagna: muore sul Malinvern Meo Dotta, 66enne di Narzole

Ancora una vittima della montagna in questa estate funestata da tanti incidenti.

Ieri sabato 11 settembre è morto Meo Dotta, 66enne originario di Bene Vagienna ma residente a Narzole. L'uomo è precipitato durante l'ascesa verso la Testa di Malinvern, al confine tra Italia e Francia. 

La morte è avvenuta in territorio francese e hanno operato i soccorritori d'Oltralpe.

La notizia ha iniziato a diffondersi nella serata di ieri, un passaparola in paese, dove era molto stimato e benvoluto. Dotta era in pensione. Aveva sempre lavorato presso un salumificio di Narzole. Sposato con Franca Dogliani, non aveva figli. 

Era un grande appassionato di montagna ed era a quello che si dedicava, in particolare dopo essere andato in pensione. Anche se non aveva mai smesso di lavorare e di darsi da fare. Lo ricordano con affetto i fondatori cuneesi del Le Cirque World’s Top Performers, LE CIRQUE WTP, la più grande compagnia europea di circo contemporaneo fondata da Gianpiero Garelli.

E proprio Garelli spende per lui parole di grande affetto: "Era il nostro uomo di fiducia.
“È venuto il giorno prima a casa mia per aiutarmi a sistemare una ruota del trattorino. Questa cosa mi ha veramente scosso. Siamo niente. Ogni giorno puo essere l'ultimo. Meo era una persona stupenda, capace di far tutto, sempre disponibile. Mi mancherà moltissimo".

"Per noi era davvero prezioso - aggiunge il figlio Alessandro. Era il nostro factotum, ci dava sempre una mano. Grande amico di mio padre, era davvero una colonna. Una persona splendida, sempre col sorriso, amato da tutti, dai tecnici agli artisti. Da noi era sempre un chiamarlo: "Meo, Meo...". Faceva tutto e c'era sempre".

Grande cordoglio anche in paese, dove la notizie si è diffusa nella serata di ieri 11 settembre. La sindaca Paola Sguazzini sottolinea come la comunità sia rimasta profondamente scossa. "Posso solo dire, banalmente, che era una bravissima persona. Di quelle di cui non puoi dire nient'altro, che arrivano al cuore di tutti perché sono buone e gentili". 

Ancora da stabilire la data delle esequie.

Barbara Simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium