/ Eventi

Eventi | 11 settembre 2021, 15:48

Il territorio della provincia di Cuneo protagonista di Cheese 2021

A Bra dal 17 al 20 settembre. Il programma in aggiornamento è su cheese.slowfood.it

Il territorio della provincia di Cuneo protagonista di Cheese 2021

 

Nella tredicesima edizione di Cheese, a Bra dal 17 al 20 settembre, non manca l’occasione di conoscere i rappresentanti della migliore produzione lattiero casearia, e non solo, della provincia di Cuneo, protagonisti della più importante manifestazione internazionale dedicata ai formaggi a latte crudo e ai latticini, organizzata da Città di Bra e Slow Food, con il sostegno della Regione Piemonte e il patrocinio del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e del Ministero della Transizione Ecologica

Il programma completo e la possibilità di prenotare gli appuntamenti è su cheese.slowfood.it.

Se nell’edizione 2019, Slow Food aveva fatto un ulteriore passo in avanti nella riflessione sul futuro dei formaggi di qualità, puntando sul tema Naturale è possibile e accendendo i riflettori sulla biodiversità invisibile fatta di batteri, enzimi e lieviti, quest’anno prosegue nella stessa direzione concentrandosi sugli animali, senza i quali non esisterebbe l’infinita biodiversità casearia che si può toccare con mano a Cheese. Con il claim Considera gli animali intendiamo approfondire diversi punti di vista: il nostro rapporto con loro, che ha segnato la nostra storia come esseri umani da sempre; la necessità di farli vivere bene, a partire dall'alimentazione e dai luoghi in cui si svolge la loro esistenza. Da quelli funzionali alla nostra alimentazione, come appunto le razze da latte per quanto riguarda i formaggi, a quelli solo apparentemente lontani dal nostro cibo, come gli impollinatori (e non parliamo solo di api), indispensabili per l’allevamento al pascolo.

Con Laboratori del Gusto, Appuntamenti a tavola e il  Mercato dei formaggi, Cheese si conferma il palcoscenico perfetto in cui pastori, casari e affinatori raccontano, attraverso i loro prodotti, metodi produttivi che mettono al centro la qualità delle materie prime, il benessere animale e la tutela del paesaggio.

Dai formaggi Presidio Slow Food ai prodotti censiti nell’Arca del Gusto, dai progetti di filiera  fino alle Dop e a quei formaggi che un riconoscimento non ce l’hanno, ma sono elaborati da mani sapienti che restituiscono il carattere unico di erbe e fieni. Mani che ci narrano della cura per la terra, per gli animali, per i formaggi e che compongono un panorama variegato e irripetibile.

Un nuovo progetto sarà al centro di diversi appuntamenti all’interno del programma di Cheese, si tratta della Borgata Paraloup di Rittana in Valle Stura, raccontata da alcuni dei protagonisti. Li troviamo qui:

Laboratori del Gusto

Sabato 18 alle ore 11, L’alleanza dei cuochi: pascoli e cucine resistenti 

A Cheese il Piemonte e il Trentino si raccontano in una doppia esperienza di pascoli e rifugi di montagna. Da una parte la borgata Paraloup di Rittana (Cn), in Valle Stura, dove la cuoca Valeria Morichi e il pastore Gian Vittorio Porasso hanno stabilito il loro patto che parla di pascoli, latte e formaggi di capra, e una cucina radicata nel territorio.
Dall’altra il Rifugio Maranza, sulle montagne di Trento, il cui cuoco, Paolo Betti, propone prodotti tipici dei pascoli trentini tra cui due Presìdi Slow Food, il formaggio di malga del Lagorai e il casòlet a latte crudo. 

Degustazioni ed eventi dell’Università di Scienze Gastronomiche

Domenica 19 alle ore 17,30, inascita pastorale e carboidrati della bris-nonna sono gli ingredienti perfetti per l’aperitivo

Nel 2006 la Fondazione Nuto Revelli ha deciso di acquisire e recuperare la Borgata Paraloup per farne un luogo-testimone fisico e dinamico di una doppia memoria: quella della resistenza partigiana e quella della vita rurale di montagna. Qui è nato il progetto di Rinascita Pastorale con Gian Vittorio Porasso de La Servaja. In questa occasione i suoi formaggi saranno proposti in abbinamento ai vini delle cantine Hilberg-Pasquero di Priocca, nel Roero, e Il Bosseto di Trezzo Tinella, nelle Langhe, e alla birra Elixir del birrificio agricolo artigianale Baladin di Piozzo. Alla realizzazione del progetto hanno collaborato anche alcuni studenti UNISG, che ci racconteranno la loro esperienza di tirocinio. A proposito di studenti UNISG, non potevano mancare due ex compagni di corso ora proprietari di 4 punti vendita a Bologna, con loro i buonissimi prodotti del Forno Brisa.

Conferenze nella Casa della Biodiversità

Domenica 19 alle ore 15, Rinascita pastorale e ritorno alla montagna 

In un mondo travolto dalla crisi climatica, le pecore e le capre potrebbero essere un’opportunità per far rivivere la montagna e le aree marginali. Partiamo dalla borgata alpina di Paraloup, recuperata dalla Fondazione Nuto Revelli, e trasformata in un modello di sviluppo sostenibile per la montagna, e raccontiamo altre storie di rinascita pastorale.

 

Presìdi Slow Food

Non possono mancare i Presìdi Slow Food dall’Italia e dall’estero, simbolo dell’impegno di Slow Food a tutela delle produzioni locali che racchiudono storia, sapori e tradizioni da proteggere. Ecco i Presìdi della provincia di Cuneo: 

La Meiro Società Agricola - Castelmagno d’alpeggio, Castelmagno

Valliera Società Agricola - Castelmagno d'alpeggio, Castelmagno

Toumin dal Mel, Melle

 

Laboratori del Gusto

Anche quest’anno tornano gli appuntamenti per chi vuole scoprire formaggi sconosciuti e lasciarsi guidare in abbinamenti davvero inusuali. Un’occasione unica per viaggiare in Italia e nel mondo, ascoltare le storie di casari e pastori, scoprire interessanti accostamenti e stupire il palato. Il tutto, ovviamente, cacio alla mano. Tutti i Laboratori del Gusto sono prenotabili online fino al 16 settembre e direttamente alla Reception Eventi nei giorni di Cheese:

 

Venerdì 17 alle ore 15, A tutto Piemonte: Barolo 07-17 e Tome della Valchiusella

Le tome della famiglia Villa vengono proposte in abbinamento a due annate di Barolo a distanza di 10 anni. Abbiamo tre cru a confronto: Bricco Sarmassa da Barolo, San Giovanni da Monforte e Cerequio da La Morra

Domenica 19 alle ore 11, Ossigeno e fermenti: vini ossidativi e formaggi naturali stagionati

I vini ossidativi del progetto avviato da Triple A sono proposti in abbinamento a questi preziosi caci: l’erborinato Queso de Cabrales delle Asturie e i Presìdi del Castelmagno d’alpeggio, dello Storico ribelle e del Fiore sardo dei pastori.

Domenica 19 alle ore 18, Fattore tempo: Amarone e Castelmagno in verticale 

Dalle riserve della Banca del Vino proponiamo una verticale di Amarone della Valpolicella Campo dei Gigli, etichetta di punta dell’azienda Tenuta Sant’Antonio. In abbinamento al grande vino veneto, un grande formaggio piemontese, altrettanto capace di resistere al tempo e di migliorare con esso: il Castelmagno dell’azienda La Meiro della famiglia Amedeo, Giorgio e il figlio Andrea che, nella sua produzione di alpeggio, è oggetto di un Presidio Slow Food, qui in diverse stagionature. 

Appuntamenti a tavola

A ospitare le imperdibili cene che arricchiscono il programma di Cheese sono l’affascinante cornice del  Ristorante Garden dell’Albergo dell’Agenzia di Pollenzo e il Ristorante Battaglino di Bra. Ecco gli appuntamenti ancora prenotabili, online fino al 16 settembre e direttamente alla Reception Eventi nei giorni di Cheese:

Anteprima giovedì 16 settembre alle ore 20, La via del Parmigiano Reggiano, Albergo dell’Agenzia, Pollenzo

Parmigiano Reggiano, main partner di Cheese, protagonista della cena allestita dall’osteria Ai Due Platani di Parma, che conferma da sempre il simbolo più importante della Guida Osterie d’Italia, la Chiocciola con cui si segnalano le migliori osterie del paese.

Lunedì 20 alle ore 20, Mare e Monti, Albergo dell’Agenzia, Pollenzo

È il nome di innumerevoli ristoranti, pizzerie e alberghi in tutta Italia, ma è anche il “riassunto” che meglio esprime, forse, l’essenza della cucina ligure, che è fatta appunto di mare e di monti, di pesce e prodotti dell’entroterra. Marco Visciola, talentuoso chef del Marin di Genova, crea così un connubio tra Cheese e Slow Fish. In abbinamento i vini della cantina Borgogno di Barolo.

Degustazioni ed eventi dell’Università di Scienze Gastronomiche

Per partecipare a incontri, iniziative e alle colazioni con il produttore dell’Università di Scienze Gastronomiche vi diamo appuntamento in piazza Spreitenbach. Ecco alcuni degli eventi in programma:

Sabato 18 alle ore 12, Degustazione di formaggi d’alpeggio bio e vini di Langa

Una degustazione guidata da ex studentesse dell’Università  di Scienze Gastronomiche. Si incontrano l’Azienda agricola Nicoletta di Alice Nicoletta, che si dedica alla produzione di latte biologico e di formaggio, e l’Azienda agricola Lalù di Serralunga d’Alba (Cn), nata dal sogno di Lara Rocchietti e Luisa Sala. Fondata nel 2019, l’azienda produce Barbera d’Alba, Langhe Nebbiolo e Barolo le Coste di Monforte. 

Domenica 19 alle ore 14, Agricoltura simbiotica: cos’è e come si applica alla produzione del latte

La Granda è un consorzio di allevatori di razza bovina piemontese nato nel 1996 oggi Partner Strategico UNISG. La Granda e l’Università di Scienze Gastronomiche collaborano per dare vita a nuovi e sostenibili metodi di produzione, tra cui l’agricoltura simbiotica. Ce lo spiegano insieme all’azienda La Corte, parte del consorzio e produttrice di Erbalatte – non solo latte ma attenzione verso i prati e il benessere animale.

Dal 18 al 20 settembre inoltre c’è anche l’opportunità di conoscere l’offerta didattica UNISG e di visitare il campus a Pollenzo. Il punto di incontro per le visite è sotto l’arco di ingresso in Agenzia, in piazza Vittorio Emanuele 9. Le visite durano un’ora circa e si svolgono in italiano e in inglese.

Eventi con i nostri partner

Tutti i giorni alle ore 12, L’acqua e le sue forme: San Bernardo non solo acqua, ma anche ingrediente di...

S.Bernardo si racconta a Cheese 2021 attraverso le collaborazioni con alcune realtà con cui condivide valori e messaggio. L’acqua può essere anche un ingrediente: non solo a livello gastronomico, ma anche nella cura della persona. 

Venerdì 17 alle ore 16,30, Connessi per natura: BBBell entra nella rete di Slow Food Italia

Connettersi e fare rete, stuzzicando un aperitivo tutto estivo della pasticceria Converso di Bra accompagnato dalle bollicine della famiglia Cocchi. Festeggiamenti per l’investitura di BBBell come Socio Sostenitore Slow Food.  Intervengono Carla Coccolo di Slow Food e Simone Bigotti A.D. BBBell per raccontarci  il manifesto per un’alleanza di valore, insieme a Barbara Nappini, presidente di Slow Food Italia.

Venerdì 17 alle ore 22, Succo d’uva fermentato, la bufala e il fumo 

Relax e attesa sono la chiave di questo incontro, in un incrocio tra pigrizia e fedeltà, fra tradizione e innovazione. Tre brandy delle distillerie Montanaro di Alba (1964, 1972, 1974) si dipanano lungo la fumata di un sigaro Toscano® Antica Tradizione accompagnati dal formaggio di Quattro Portoni, azienda chiave nell’evoluzione dei formaggi a base latte di Bufala. Il formaggio Quadrello, il distillato e il sigaro formeranno un triangolo di amorosi sensi che ci accompagnerà lungo i 45 minuti della degustazione.

Sabato 18 alle ore 11, Carissimo Artusi, presso Auditorium BPER-Banca di Bra

Presentazione del libro Carissimo artusi di brian freschi e stefano tirasso, pubblicato da Slow Food Editore.

Una versione assolutamente originale nel panorama delle tante opere sull’Artusi, dedicata ai giovani ma anche ai più grandi, sostenuto dalla Fondazione Casa Artusi e da BPER Banca.

Sabato 18 alle ore 18, Anduma alla merenda sinoira 

La Merenda Sinoira, una vecchia tradizione gastronomica piemontese indimenticabile e indimenticata, un pasto freddo, sostanzioso ma con prodotti del territorio, viene proposta in questa occasione con i padroni di casa. Tra le perle enologiche abbiamo sua maestà il Barolo della cantina Sordo e sua eccellenza l’aristocratico Barbaresco della cantina F.lli Giacosa,  accompagnati per l’occasione dal Castelmagno d’alpeggio erborinato di Beppino Occelli. Sullo sfondo le note fumose italiane del sigaro TOSCANO® Extravecchio che ,intenso e vivace, nella sua evoluzione farà da trait d’union alle peculiarità degli altri protagonisti.

Domenica 19 alle ore 15, Sigaro toscano, whisky e formaggi

I migliori formaggi di Beppino Occelli nascono da un percorso di evoluzione del gusto e dalla ricerca continua della qualità nelle materie prime, legate profondamente al territorio. La “via lattea” nasce infatti dalle Langhe, per inoltrarsi nel cuneese fino ai pascoli di Castelmagno e della Valgrana e infine giungere a Valcasotto (Cn). Qui i formaggi stagionati in montagna riposano e maturano a lungo su assi di legno che ne sviluppano il gusto e ne arricchiscono la struttura. Ad accompagnare l’abbinamento il sigaro Toscano Antica Tradizione e AnCnoc 12 anni, un Single Malt moderno e legato alla tradizione. 

Domenica 19 alle ore 15, Compagnia dei Caraibi presenta un antico fascino

Un Antico Fascino è il connubio tra whisky e soda e l’invecchiato in foglie di castagno Occelli. I formaggi di Beppino Occelli sono accompagnati in questa occasione dal sigaro Toscano Antica Tradizione, un sigaro con una pancia che genera un gusto “pieno” e saziante. Ha un’elevata forza e un’intensità nel fumo che non risulta però mai sgraziata o eccessiva e per finire AnCnoc 12 anni, un Single Malt moderno e legato alla tradizione, leggero e complesso, una vera sorpresa per palati neofiti e per palati esperti.

Lunedì 20 alle ore 15, La birra di Baladin e il sigaro toscano

Teo Musso del birrificio Baladin di Piozzo presenterà la nuova birra Opera col sigaro Toscano® Modigliani .

Ogni giorno Cascine Piemontesi organizza incontri che permettono di conoscere il mondo dei malgari e della montagna. 

Il Piemonte, la regione che si trova ai piedi dei monti, varia per paesaggi, microclimi, altitudini, conformazione geografica, ci regala molteplici prodotti e produzioni diverse. Formaggi, vini, nocciole e castagne, tartufi, varietà locali di frutta e verdura, sono solo alcune delle tante specialità che la nostra regione offre.

A Cheese 2021 Cascine Piemontesi presenta un nuovo modo di promuovere il territorio. 

Seguiranno incontri informativi sul progetto Esperienze di Cascine Piemontesi.

Birrifici e Food Truck

 

Nel nostro tour ideale non può mancare una tappa nelle aree dedicate ai birrifici, alle cucine di strada e ai food truck, in piazza Carlo Alberto, presso il Cortile delle scuole maschili e in piazza Spreitenbach. Dalla provincia di Cuneo troviamo:

Birrificio della Granda, Lagnasco 

Birrificio Troll, Cuneo

Open Baladin Cuneo - Birrificio Agricolo Baladin, Piozzo 

Birrificio agricolo Kauss, Piasco 

Antagonisti gipsy brewers, Melle 

Food truck

Gustala di Larosa Rosalba - Schiacciala, Cherasco

Sabaco D’oc - Famù, Cervasca 

 

Mercato

 

Passiamo ora ai veri protagonisti della manifestazione: i caci provenienti da tutto il mondo, a totale disposizione dei palati più esigenti e curiosi nel Mercato italiano e internazionale, distribuiti tra le piazze e le vie della città. Qui troviamo formaggi di ogni tipo, forma, dimensione, stagionatura, a pasta molle, dura, filata, pressata, ma anche mieli, confetture, mostarde… Oltre ai produttori, possiamo conoscere gli artigiani della ormai storica Via degli affinatori e dei selezionatori.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium