/ Attualità

Attualità | 06 settembre 2021, 15:05

"Bra, viabilità in crisi per gli allestimenti di Cheese. Occorre rivedere la Ztl"

Il gruppo consiliare della Lega va in pressing sul sindaco Fogliato denunciando una situazione "destinata a peggiorare con l’inizio delle scuole"

Nei giorni scorsi l'allestimento dei primi stand destinati ad accogliere gli espositori di Cheese 2021

Nei giorni scorsi l'allestimento dei primi stand destinati ad accogliere gli espositori di Cheese 2021

Tornano tema di discussione politica, sotto la Zizzola, i disagi alla viabilità cittadina recati dall’allestimento degli stand di "Cheese", manifestazione regina degli eventi braidesi, la cui prossima edizione biennale andrà in scena a giorni, nel fine settimana compreso tra il 17 e il 20 settembre prossimi.

A risollevare il tema è il gruppo consiliare della Lega Salvini Premier, con un’interrogazione che i consiglieri Luca Cravero, Marco Ellena e Giuliana Mossino hanno indirizzato al sindaco Gianni Fogliato e agli assessori competenti.

Nel testo, i consiglieri del Carroccio prima segnalano come "la situazione della viabilità in determinate zone, e nello specifico in via Principi di Piemonte, via Marconi, via Audisio (specie dall’Itc "Guala" all’incrocio con via Principi di Piemonte)" sia "assolutamente precaria per via dei restringimenti posti in essere dalle dimensioni degli stand già allestiti". Quindi aggiungono che la stessa "potrebbe peggiorare con la riapertura delle scuole", prevista per lunedì 13 settembre.

Da qui la richiesta di valutare da subito "la riapertura, quantomeno durante i giorni feriali, del tratto di via Vittorio Emanuele II (ed eventualmente via Audisio nella parte Ztl) al traffico veicolare, senza limitazioni di ingressi ai soli veicoli ammessi nella Ztl medesima".

"In tale maniera il flusso veicolare verrebbe parzialmente smaltito tra le parallele vie (via Principi di Piemonte e via Marconi da un lato e via Vittorio Emanuele II dall’altro)", spiegano, suggerendo anche come, "per una migliore riuscita dell’intervento, l’ideale sarebbe renderle entrambe a senso unico in direzioni opposte collegandole da un lato con la possibilità di accesso in via Audisio nel tratto Ztl e dall’altro con via Verdi, già priva di limitazioni".

Cravero, Ellena e Mossino chiedono ancora che quanto precedentemente richiesto venga "messo in pratica provvisoriamente per un paio di giorni con l’ausilio del personale in servizio al Corpo di Polizia Municipale o altre forze dell’ordine a supporto, e successivamente confermato, senza più bisogno di personale, fino all’inizio della manifestazione qualora la prova dovesse andare a buon fine".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium