/ Attualità

Attualità | 21 luglio 2021, 21:45

Il Gruppo Egea approva i conti 2020: crescono margine operativo (+9,5%) e utili (+2,3%) [FOTO E VIDEO]

Assemblea dei soci nella cornice del castello di Grinzane. Valore della produzione a 927 milioni di euro, investimenti per 47 milioni. Il presidente e amministratore delegato Carini: "Avanti sulla strada della svolta sostenibile e della decarbonizzazione"

Il presidente e amministratore delegato di Egea PierPaolo Carini

Il presidente e amministratore delegato di Egea PierPaolo Carini

Si conferma anche quest’anno sempre più fortemente la linea di crescita di Egea, la multiservizi pubblico-privata che nel corso dell’Assemblea dei Soci svoltasi presso il castello di Grinzane Cavour, ha illustrato i dati del Bilancio di Esercizio e Consolidato 2020.

“Nel complesso quadro economico e sociale determinato dall’emergenza dell’anno 2020 – ha sottolineato PierPaolo Carini, amministratore delegato di Egea – il Gruppo ha dimostrato molto efficacemente la capacità di reagire con flessibilità e prontezza ai mutamenti di mercato, modificando e correggendo tempestivamente la propria programmazione, cercando nuove soluzioni e cogliendo con successo le nuove opportunità emerse dalla regolamentazione dei comportamenti sociali e dal mercato, come ad esempio nel caso dell’efficientamento energetico e dell’Ecobonus 110%”.

I dati presentati ai soci evidenziano un Ebitda in crescita del 9,5% che supera i 37 milioni di euro e un utile netto anch’esso in crescita del 2,3% che supera i 6 milioni di euro. Anche gli investimenti realizzati nel corso dell’ultimo anno sono saliti del 35% raggiungendo quota 47 milioni di euro, concentrandosi sul miglioramento della qualità delle reti in generale (ciclo idrico e gas), sul teleriscaldamento e sulle fonti rinnovabili. Infine il valore della produzione, pur risentendo della riduzione del prezzo dell’energia e dei consumi delle aziende nel periodo del Covid, risulta stazionario con una lieve flessione e si colloca a quota 927 milioni di euro.

“Il nostro Gruppo ha proseguito il percorso verso la svolta sostenibile e la decarbonizzazione – ha proseguito l’ingegner Carini – ponendosi sempre più come partner strategico in grado di soddisfare l’accresciuto senso di responsabilità di famiglie, enti pubblici e imprese verso il rispetto dell’ambiente. Sono state avviate iniziative, sia nel Nord Ovest sia a livello nazionale, su Ecobonus, innovazione digitale, sviluppo di comunità energetiche, vendita di luce e gas, e ampliamento di numero e dimensione degli impianti di energie rinnovabili. Egea è diventata, a tutti gli effetti, la 'Casa delle Buone Energie': il luogo dove tutti possono ricevere supporto per affrontare le complesse decisioni riguardanti il non più procrastinabile processo di transizione energetica e ambientale”.

Anche il Piano industriale 2020-2025 del Gruppo si inserisce nel progetto di un futuro consapevole, ma allo stesso tempo ottimistico, verso la decarbonizzazione del pianeta, che ha già trovato conferma negli importanti risultati raggiunti.

Ne è una evidente e rilevante testimonianza la pubblicazione del Report del Financial Times “Europe‘s Climate Leaders 2021”, realizzato dall’Istituto di Ricerche tedesco Statista GmbH, nel quale Egea è stata selezionata tra le 300 aziende europee (su 4.000 analizzate) più sensibili al tema della sostenibilità; di queste solo 10 sono italiane e all’interno di questo gruppo ristretto, Egea si colloca al primo posto tra le 3 aziende di servizi energetico-ambientali presenti. Si tratta di un riconoscimento importante che conferma che Egea è sempre più protagonista del processo di transizione ecologica e ambientale e si impegna quotidianamente per il benessere dei territori in cui opera, attraverso la produzione di nuove energie in armonia con la natura, e per garantire alle nuove generazioni un futuro sostenibile, più verde e con minori emissioni di Co2.



La crescita sostenibile avanza anche in tutti gli altri settori strategici del Gruppo, con l’ampliamento già avviato della rete di clienti luce e gas in tutta Italia, particolarmente significativo nel 2020 con l’apertura di nuovi sportelli nel Sud Italia (Sicilia, Puglia, Calabria e Campania) e un buon sviluppo nel segmento retail, famiglie e micro imprese.

Sono inoltre da segnalare i grandi investimenti sulle fonti rinnovabili dove oggi Egea può vantare 25 tra impianti fotovoltaici, centrali idroelettriche e impianti biogas destinati a superare quota 30 entro pochi mesi. Nell’affrontare questo percorso, Egea ha potuto e può contare anche sulle importanti risorse messe a disposizione nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr), in armonia con il Piano Europeo Next Generation EU.



Il futuro si prospetta quindi ricco di nuove opportunità che, in linea con la vocazione di vicinanza e presenza territoriale, prevedono la partecipazione attiva delle comunità di riferimento e un importante adeguamento del numero e delle competenze di collaboratori e stakeholder.

Anche i primi dati del 2021 fanno ben sperare, col crescente numero di nuovi clienti che confermano la bontà delle scelte intraprese e rafforzano la convinzione di continuare a operare seguendo i tre asset strategici dell’azienda: la svolta sostenibile, l’innovazione (soprattutto digitale) e lo sviluppo inclusivo.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium