/ Politica

Politica | 20 luglio 2021, 07:19

Bolla: “Noi, Fratelli d’Italia albesi, estranei alla campagna acquisti”

L’assessore al Turismo, esponente di punta del partito, interviene nel dibattito politico per puntualizzare: “Non ho preso parte ad alcun incontro né ero a conoscenza di qualsivoglia trattativa”

Bolla: “Noi, Fratelli d’Italia albesi, estranei alla campagna acquisti”

Emanuele Bolla, assessore al Turismo e alle Manifestazioni, personaggio di punta di FdI ad Alba, ci tiene a ribadire che “nessuna iniziativa di campagna acquisti nei confronti di consiglieri comunali di altri gruppi è stata condotta da esponenti locali del partito”.

 

Bolla, davvero lei era all’oscuro dell’intenzione di dar vita ad un gruppo consiliare di Fratelli d’Italia?

 

“Non ho preso parte ad alcuna iniziativa, né sono stato messo al corrente di qualsivoglia incontro in questo senso. Non saprei dirle – nemmeno per sentito dire - di cosa si possa essere parlato in quei fantomatici contatti».

 

L’operazione di per sé è politicamente legittima, come dimostrano i casi di Cuneo e Savigliano. In fondo, non essendoci vincolo di mandato per  i parlamentari, non si capisce perché dovrebbe esserci per i consiglieri comunali…

 

“Ho sempre avuto un profondo rispetto nei confronti di tutti i consiglieri comunali, sia di maggioranza che di minoranza. E questo è un atteggiamento che mantengo da 7 anni, da quando siedo in Consiglio comunale. Non mi piacciono le campagne acquisti. Sono impegnato 10/12 ore al giorno e non mi occupo di queste faccende. Altra cosa è se qualcuno, spontaneamente, vuole avvicinarsi al partito per portare il suo contributo di idee e di lavoro”.

 

A proposito dell’organizzazione di Fratelli d’Italia ad Alba, conferma l’indiscrezione che sarà Giulio Abbate il prossimo coordinatore?

 

“Certo. È la personalità che ha tutti i requisiti e l’esperienza politico-amministrativa necessaria per assolvere al ruolo nel migliore dei modi, specie ora che il partito sta attraversando una fase di forte crescita. Io e Abbate siamo quelli della prima ora, di quando FdI era al 2%, e ci abbiamo sempre creduto”.

 

La situazione in maggioranza resta tesa. Come pensa se ne possa uscire?

 

“Innanzitutto rispettando la volontà degli elettori, che hanno assegnato la vittoria al primo turno al sindaco Carlo Bo e di conseguenza alla coalizione di centrodestra. E poi, ritengo, occorra prestare maggiore attenzione ai contenuti e al lavoro e dare meno peso alle frizioni”.

 

Ce la farà Bo a tenere insieme la coalizione?

 

“Sono fiducioso. Sindaco e giunta stanno realizzando grandi e importanti iniziative per Alba e devono poterle portare a termine”.

 

Qualcuno però continua a scalpitare. Pare ci siano malesseri per i quali non è ancora stata trovata la cura…

 

“Il perimetro della maggioranza si determinerà in Consiglio al momento del voto. Lì si vedrà chi vuol star dentro e chi invece vuole uscirne e perchè”.

GpT

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium