/ Attualità

Attualità | 23 giugno 2021, 14:46

Bra, imprese a scuola di digitale con l’Accademia del Nuovo Commercio

On line da domani il portale di micro-learning a distanza realizzato dall’Ascom Bra per aiutare associati e non solo a superare le sfide della transizione digitale. Strumenti e nuove competenze in video-lezioni da 15 minuti fruibili in ogni momento

Luigi Barbero e Matteo Dispenza durante la presentazione di questa mattina

Luigi Barbero e Matteo Dispenza durante la presentazione di questa mattina

L’obiettivo è chiaro: aiutare le imprese del territorio – e in particolare le oltre 900 realtà del piccolo commercio che aderiscono all’Ascom Bra – ad acquisire le competenze necessarie nel percorso obbligato verso la transizione digitale.

Se per colmare il pesantissimo divario digitale del nostro Paese (accreditate statistiche ci collocano come fanalino di coda europeo anche in questo fondamentale ambito) il Governo Draghi metterà in campo i miliardi del Pnnr (48 quelli dedicati al capitolo, 13 dei quali destinati alle imprese), l’associazione del commercio braidese prosegue con determinazione sulla strada già tracciata con iniziative quali "Bra Città Slow", "ShopCall" e "Fidelity Chain", ora con l’obiettivo di migliorare le competenze di attività chiamate a guardare alle rete come a un opportunità, più che a un concorrente contro il quale sarebbe inutile opporsi.

La nuova proposta dell’Ascom – presentata questa mattina con una conferenza stampa tenuta nella sede di via Milano, alla presenza del direttore Luigi Barbero, della vicepresidente Luciana Bonetto e del sindaco braidese Gianni Fogliato – porta il nome di "Accademia del Nuovo Commercio" e presenta le forme di un portale dedicato alla formazione che sarà raggiungibile da domani, giovedì 24 giugno, all’indirizzo http://www.accademianuovocommercio.it.

L’Ascom lo ha realizzato grazie anche al sostegno del Comune e affidandosi alle competenze dell’agenzia torinese Dstile, che mediante i contributi realizzati da esperti dei diversi ambiti presi in esame (tra i nomi quelli di Cecilia Sponza, Elena Franco, Alberto Giusti, Silvio Salvo) ha elaborato un primo blocco di video-lezioni strutturate in 20 moduli, numero in predicato di ampliarsi anche accogliendo le sollecitazioni che in questo senso arriveranno dagli stessi operatori.

Strutturate secondo differenti livelli in ragione delle conoscenze possedute dal fruitore (base, intermedie o avanzate), le video-lezioni approfondiscono in modo semplice e pratico argomenti quali la gestione dei social media, la predisposizione di uno spazio e-commerce, la predisposizione di una campagna di marketing digitale, per fare alcuni elementari esempi. Sempre con la finalità di offrire nuovi spazi di promozione e vendita dei propri prodotti, ampliando quelli fisici rappresentati dalle proprie vetrine, trasformando il nostro negozio in un brand on line, ma anche di imparare a conoscere meglio il proprio pubblico e la propria clientela, orientando di conseguenza le nostre strategie commerciali.    

Il supporto di slide aiuta nel fissare le informazioni di base, mentre la modalità "Mooc" (sta per "massive open online course", corso on line aperto e di massa) diventa essenziale per consentirne a tutti una fruizione libera, elastica e soprattutto compatibile con gli impegni quotidiani che la gestione di un’attività comporta.
I corsi sono in streaming, accessibili quindi in qualsiasi momento della giornata e della settimana, dal proprio computer come da altri device, mentre la durata di ogni singolo contributo non supera mai i 15 minuti, secondo il modello del cosiddetto "microlearning", già sperimentato con successo da LinkedIn e altri colossi impegnati nella formazione a distanza.

Le lezioni prevedono la possibilità di rivolgere domande al docente, mentre in conclusione di ognuna è possibile affrontare un breve quiz riassuntivo, superato il quale si ottiene un certificato di frequenza.   

L’accesso alla piattaforma è completamente gratuito per le attività associate all’Ascom (oltre 60 quelle che hanno già aderito nei primi due giorni di iscrizioni, mentre l’obiettivo del direttore Barbero è arrivare a 300-400 adesioni), ma è aperta a tutti al costo di 50 euro mensili, 600 euro l’anno. "Una spesa sostenibile – ha spiegato durante la conferenza Matteo Dispenza, dell’agenzia Dstile –, se consideriamo che il ritorno sull’investimento in digitalizzazione è stimato da 1,5 a 4,5 l’impegno iniziale".
   
“Siamo orgogliosi di poter dare ai commercianti di Bra uno strumento valido che possa arricchirne la professionalità e permettere loro di guardare con positività e coraggio al futuro che li attende – ha commentato con soddisfazione il direttore di Ascom Bra Luigi Barbero –. Quello che abbiamo presentato oggi è un portale pensato da professionisti per professionisti, progettato su quelle che crediamo essere le principali esigenze di formazione in questo settore. I diversi moduli formativi, accessibili gratuitamente e della durata massima di trenta minuti, spazieranno dal digital marketing alle nuove tendenze dei consumi, dalla conoscenza del territorio sul quale operano alle tecniche di comunicazione da mettere in atto. Ora non ci resta che attendere il riscontro dei commercianti, una volta che avranno iniziato a navigare nel portale dell’Accademia”.

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium