/ Agricoltura

Agricoltura | 20 giugno 2021, 11:25

Assegno-ponte mensile: qualche specifica da Coldiretti Cuneo

La misura avrà decorrenza dal 1° luglio e sino al 31 dicembre, per quei nuclei familiari che non rientrano nell'ambito di applicazione dell'assegno a loro già destinato

Foto generica

Foto generica

Con decorrenza dal 1° luglio e sino al 31 dicembre viene introddotto l'assegno-ponte su base mensile per i nuclei familiari che non rientrano nell'ambito di applicazione dell'assegno a loro già destinato: per amor di chiarezza Coldiretti Cuneo ha pubblicato recentemente alcune specifiche in merito.

L'assegno temporaneo è riconosciuto qualora il richiedente possegga i seguenti requisiti:
- essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell'Unione europea, o suo familiare, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero essere cittadino di uno Stato non appartenente all'Unione europea in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o del permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca di durata almeno semestrale;
- essere soggetto al pagamento dell'imposta sul reddito in Italia;
- essere domiciliato e residente in Italia e avere i figli a carico sino al compimento del diciottesimo anno d'età;
- essere residente in Italia da almeno due anni, anche non continuativi, ovvero essere titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno semestrale.
- il nucleo familiare del richiedente deve essere in possesso di un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), in corso di validità, calcolato ai sensi dell'articolo 7 DPR n. 159/2013.

L’importo dell’assegno è determinato in base alla tabella allegate al decreto, gli importi sono maggiorati di 50 euro per ciascun figlio minore con disabilità.

La domanda dovrà essere presentata all’Istituto in via telematica, tramite il Patronato EPACA di Coldiretti, secondo le modalità che saranno indicate dall'INPS. Si precisa che per le domande presentate entro il 30 settembre 2021, sono corrisposte le mensilità arretrate a partire dal mese di luglio 2021.

A decorrere dal 1° luglio 2021 e fino al 31 dicembre 2021, gli importi mensili dell’assegno per il nucleo familiare per i lavoratori dipendenti, già in vigore, sono maggiorati di 37,5 euro per ciascun figlio in favore dei nuclei familiari fino a due figli, e di 55 euro per ciascun figlio in favore dei nuclei familiari di almeno tre figli. Tutti gli interessati possono rivolgersi all’Ufficio provinciale di EPACA Coldiretti e agli Uffici zonali – ad Alba, Bra, Ceva, Cuneo, Fossano, Mondovì, Saluzzo, Savigliano nonché al Centro Servizi alla Persona di Cuneo – o inviare una email alla casella di posta epaca.cn@coldiretti.it.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium