/ Economia

Economia | 07 giugno 2021, 16:47

Dodici "passeggiate gourmet" alla scoperta delle eccellenze artigiane della Granda

Dopo le tappe dedicate a ristorazione e pasticceria l’annuale percorso di Confartigianato Imprese Cuneo punta sulle esperienze outdoor. Per ogni zona un percorso, abbinato alle migliori produzioni alimentari della nostra provincia

La presentazione dell'iniziativa, stamattina all'Ente Turismo albese

La presentazione dell'iniziativa, stamattina all'Ente Turismo albese

Coniugare valori, qualità e sostenibilità del nostro artigianato alla pratica dell’outdoor, altra ricchezza sulla quale la Granda punta fortemente per rilanciare il suo turismo dopo il fermo dovuto alla pandemia.
E’ questa la filosofia alla base di "Passeggiate Gourmet", nuova tappa dell’annuale percorso sui "Creatori di Eccellenza" che Confartigianato Imprese Cuneo ha avviato ormai tre anni fa a partire dagli alfieri della nostra ristorazione, passando poi ai maestri di una pasticceria che vanta un’altrettanto apprezzata tradizione, per dedicarsi ora all’incontro tra la voglia di riscoprire la vita all’aria aperta – forse uno dei pochi lasciti positivi di un’emergenza sanitaria che si spera definitivamente alle spalle – e le specialità di sei eccellenze, appunto, nelle quali i nostri artigiani sono affermati maestri.

Si va quindi dai formaggi ai salumi, dal pane alle preparazioni alimentari "sottovetro", passando quest’anno per le birre e per un’ultima arte, quella della tipografia, particolarmente utile quando si parla di mappe e cartine: supporti indispensabili, in questo caso, considerato che l’iniziativa prende le mosse dalla scoperta di dodici percorsi naturalisticiuno per ognuna delle "zone" nelle quali Confartigianato Cuneo è organizzata – la cui scoperta e riscoperta accompagnerà i visitatori da qui sino all’autunno inoltrato.

Un’iniziativa che vuole quindi accompagnarsi a quanto le organizzazioni di promozione del turismo stanno già facendo per favorire la ripresa di un settore "legato a doppio filo a quello delle nostre migliori produzioni", come ha spiegato il presidente dell’associazione provinciale di categoria, Luca Crosetto, insieme alla vice Daniele Balestra, nel corso di una presentazione dell’iniziativa che, non a caso, si è tenuta questa mattina, lunedì 7 giugno, presso i locali dell’Atl Langhe Monferrato Roero in piazza Duomo ad Alba, alla presenza del padrone di casa Mauro Carbone, direttore dell’ente, dell’assessore albese Emanuele Bolla e a Francesco Cappello nella veste di consigliere della Fondazione Crc, che supporta la proposta nell’ambito dei suoi interventi destinati al sostegno dell’economia locale.

A entrare nel dettaglio della proposta di promozione legata alle dodici camminate sono stati gli stessi Crosetto e Balestra, insieme al direttore Joseph Meineri e a un altro albese, Claudio Piazza, nella sua qualità di consigliere nazionale dell’Ancos, Associazione Nazionale delle Comunità Sociali e Sportive di Confartigianato. Insieme a loro l’editore Nino Aragno, che già in occasione delle due precedenti edizioni aveva già dedicato all’iniziativa altrettante speciali guide, al rappresentante dell’associazione Cuneo Trekking Luca Giraudo, che ha collaborato all’individuazione dei percorsi, all’architetto Danilo Manassero per la ricerca e composizione dei preziosi materiali che comporranno la nuova guida, e infine allo chef Manolo Allochis, del ristorante "Il Vigneto" di Roddi, autore del "panino gourmet" che accompagnerà i prodotti del territorio nel cestino fornito a quanti parteciperanno alle camminate.

E se ancora Crosetto ha descritto le dodici camminate come l’occasione per "raccontare un territorio ancora inesplorato e che fa invidia a tutti", e l’iniziativa nel suo complesso come "un’espressione della nostra voglia di ripartire, non dimenticando la caparbietà con la quale tanti imprenditori hanno saputo affrontare questo anno difficile", Balestra ha messo l’accento sull’importanza di legare "l’eccellenza delle nostre imprese alla cultura del territorio", a quell’arte dello stare bene insieme sulla quale la Granda ha saputo costruire una fiorente economia.   

I prossimi appuntamenti con le passeggiate (l’elenco completo dei percorsi è a questo indirizzo) sono quelli in calendario il 26 giugno, tra Sale delle Langhe e Sale Giovanni, nella Langa Cebana, e quelli di luglio: la passeggiata in Val Casotto (zona di Ceva) sabato 10, quella a Frabosa Soprana e Prato Nevoso (Mondovì) sabato 17, e quella ai laghi di Chianale (zona di Saluzzo), domenica 25. Ad agosto sono invece in calendario la "Passeggiata delle Cappelle" e alla mostra dell’artigianato di Mondovì, sabato 14, e l’uscita ai laghi di Sant’Anna di Vinadio (zona di Borgo San Dalmazzo), domenica 29, mentre la chiusura autunnale non poteva che essere dedicata al Sentiero delle Grandi Vigne di La Morra (zona di Bra) e al Sentiero del Lupo di Montelupo Albese, per la zona di Alba.

Prima di allora l’iniziativa vedrà però un importante momento di festa e cultura nel concerto previsto per domenica 27 giugno al forte albertino di Vinadio, dove un’orchestra composta da 105 elementi (ne faranno parte l’Ensemble Symphony Orchestra diretta da Giacomo Loprieno e I Polifonici del Marchesato guidata da Enrico Miolando) seguirà la "Carmina Burana" di Carl Orff, preludio alla presentazione della Guida 2021 "Creatori di Eccellenza Passeggiate Gourmet" realizzata da Confartigianato Imprese Cuneo ed edita da Aragno.

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium