/ Cronaca

Cronaca | 04 giugno 2021, 15:09

Raggirano un disabile psichico e gli sottraggono 100 mila euro: nei guai due donne cuneesi

L'indagine è stata condotta dai Carabinieri. Il divieto di avvicinamento ha riguardato due donne, originarie della provincia di Cuneo, e un giovane. Sequestrato il bar 'Bianconiglio'

Raggirano un disabile psichico e gli sottraggono 100 mila euro: nei guai due donne cuneesi

Lo hanno raggirato approfittando delle sue precarie condizioni psicofisiche arrivando a sottrargli beni e soldi per un valore che supera i 100 mila euro. Stamani i Carabinieri della stazione di Pieve di Teco, agli ordini del comandante Paolo Vignola, con il supporto della Compagnia dei Carabinieri di Imperia, hanno notificato un provvedimento cautelare, emesso dal gip imperiese su ordine della Procura, che implica il divieto avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, nei confronti di tre persone, legate da vincoli di parentela e affettivi. 

Nello specifico si tratta di una donna di 54 anni e di due 27enni, un ragazzo e una ragazza che sono fidanzati. Entrambe le donne sono originarie della provincia di Cuneo mentre tutti e tre sono residenti a Pieve di Teco. I tre sono accusati del reato di circonvenzione di persona incapace, impiego denaro beni o utilità di provenienza illecita, mentre la 27enne è l'unica ad essere accusata anche del reato di sostituzione di persona. I tre avrebbero avrebbero approfittato di un 73enne che versa in uno stato di deficienza psichica e deteriorimento cognitivo.

La vittima viveva da sola: i suoi unici parenti erano in un'altra regione ben lontana dalla Liguria. Soffriva di una sindrome depressiva che lo ha portato nel tempo a versare in un grave stato psico-fisico. I tre, secondo l'accusa, senza alcuno scrupolo si sarebbero approfittati di lui e gli avrebbero sottratto beni mobili e 40 mila euro. Almeno questo è stato accertato sino adesso. Le indagini dei Carabinieri proseguono per appurare se il loro raggiri abbiano eventualmente interessato altri beni e soldi.  

Oltre alla misura cautelare è stato sequestrato, ai fini della confisca, un bar sito su corso Ponzoni, angolo piazza Cavour, denominato "Il Bianconiglio", di A.R. e C.R.

 

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium