/ Cronaca

Cronaca | 24 maggio 2021, 08:23

Attività all'estero non dichiarate per pagare meno tasse. Finanzieri di Bra scoprono evasione da 200mila euro

Scattata l’applicazione di una sanzione amministrativa fino al 30% degli importi non dichiarati da parte della competente Agenzia delle Entrate

Attività all'estero non dichiarate per pagare meno tasse. Finanzieri di Bra scoprono evasione da 200mila euro

Controlli dei militari del Gruppo dei finanzieri in materia di monitoraggio fiscale, al fine di verificare la corretta indicazione degli investimenti esteri ed attività estere di natura finanziaria nella Dichiarazione annuale dei redditi.

Durante i controlli è stata attivata una procedura di “Mutua Assistenza Amministrativa” che ha interessato il Principato di Monaco e l’Albania. La collaborazione tra gli stati ha fatto sì che si potessero reperire informazioni sul possesso di attività estere riconducibili ai contribuenti sottoposti ad attività ispettiva.

I militari hanno rilevato l’omessa dichiarazione di attività estere di natura finanziaria in Stati o territori a fiscalità privilegiata, per giacenze medie non dichiarate tra i 50 ed i 100 mila euro. Scattata l’applicazione di una sanzione amministrativa fino al 30% degli importi non dichiarati da parte della competente Agenzia delle Entrate.

Le disponibilità finanziarie sono state quindi riconosciute come sottratte al fisco italiano per un importo complessivo di circa 200 mila euro.


redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium