/ Sanità

Sanità | 21 maggio 2021, 16:08

Insieme per l'ospedale Ferrero: al via la rubrica per conoscere meglio il nosocomio di Verduno

Attraverso le parole dei protagonisti, una serie di interviste alle persone della Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus e dell'Asl CN2 per approfondire i progetti legati alla struttura intitolata a Michele e Pietro Ferrero

Insieme per l'ospedale Ferrero: al via la rubrica per conoscere meglio il nosocomio di Verduno

Comincia oggi, con l'intervista al direttore della Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus, Luciano Scalide, la nuova rubrica alla scoperta del nosocomio di Verduno, intitolato a Michele e Pietro Ferrero.

Attraverso le interviste ai protagonisti, "Insieme per l'ospedale Ferrero" sarà un viaggio di approfondimento nella struttura di Verduno, eccellenza e fiore all'occhiello della sanità piemontese, inaugurata lo scorso anno durante la fase più acuta della pandemia da Covid-19, e oggi pienamente operativa.

 

Grazie alla generosità del territorio di Langhe e Roero, la Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus è, dal 2008, al fianco dell'Asl CN2 nel supportare e suggerire progetti di miglioramento strutturale e funzionale a favore dei cittadini-pazienti. La fondazione, infatti, si è spesa su più fronti, dotando il nosocomio “Michele e Pietro Ferrero” di apparecchiature, impianti, strumenti diagnostici e arredi, e finanziando progetti di collaborazione con varie università (Torino, Milano, Udine, Politecnici di Milano e di Torino). E tuttograzie al contributo dei Soci della Fondazione, ma anche delle moltissime persone che hanno contribuito direttamente, donando il proprio 5x1000 indicando nella propria dichiarazione dei redditi il CF 90041890048.

"Aiutateci: non costa nulla e facciamo in modo che una piccola parte delle tasse che paghiamo rimanga sul territorio. Grazie al vostro aiuto, aiutiamo dei medici a specializzarsi: più contributi arrivano con il 5x1000, maggiori saranno le borse per gli specializzandi che la Fondazione metterà in campo. Un piccolo aiuto che non costa nulla, per portare gente competente a lavorare in questo ospedale", è l'appello finale di Luciano Scalise.

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium