/ Eventi

Eventi | 21 maggio 2021, 14:08

Caffè Letterario di Bra e AIDO: successo per la serata del SÌ al ‘dono’ degli organi

Gianfranco Vergnano: “Se si salvano migliaia di vite è grazie alla scelta di chi dona”. Tracciato anche il bilancio della provincia di Cuneo

Gianfranco Vergnano e Silvia Gullino

Gianfranco Vergnano e Silvia Gullino

Far del bene fa star bene, sempre!”. Parola di Gianfranco Vergnano, presidente AIDO Sezione Provinciale di Cuneo, che al Caffè Letterario di Bra online ha spiegato cosa significa dire SÌ alla donazione di organi, tessuti e cellule, grazie a cui migliaia di persone ogni anno tornano alla vita.

Il podcast è andato in onda giovedì 20 maggio sul gruppo Facebook ‘Bra. Di tutto, di più’ che per una sera è diventato una piazza di mobilitazione virtuale, perché la cultura del ‘dono’ di organi ci accompagni 365 giorni l’anno.

La situazione sanitaria - ha detto Gianfranco Vergnano, già Segretario AIDO Nazionale - non ci ha permesso di scendere in piazza a fare informazione, però il web si è rivelato un mezzo straordinario per raggiungere tante persone che magari non avremmo avvicinato direttamente. Le risposte a questa iniziativa digitale sono state molto positive. Grazie a Silvia Gullino e al Caffè Letterario”.

Nonostante l’emergenza Coronavirus, in provincia di Cuneo le donazioni ed i trapianti di organi vanno avanti. Fondamentale oggi più che mai è il ruolo della realtà associativa radicata nei gruppi comunali di Bagnolo Piemonte, Bra, Cuneo, Cavallermaggiore, Ceva, Dogliani, Fossano, Mondovì, Peveragno e Saluzzo. Un ciclo virtuoso che unisce gesti di straordinaria generosità al miracolo della rinascita.

La cultura della donazione - ha aggiunto il 57enne braidese - non può andare in quarantena e l’impegno alla campagna di sensibilizzazione continua in forza di un bilancio che conferma l’ottimo riscontro del nostro territorio. I numeri sono straordinari, perché la gente si sta rendendo sempre più consapevole dell’importanza del dono e sta dicendo sì”.

Il Coronavirus, infatti, non ferma i donatori di organi: “Se si salvano migliaia di vite è grazie alla scelta di chi dona. È un immenso atto d’amore, la dimostrazione concreta che un mondo migliore è possibile, più attento ai bisogni di tutti”, conclude Vergnano.

E in occasione della serata dedicata alla donazione il Caffè Letterario di Bra e l’AIDO hanno ricordato e invitato tutti a scaricare il tesserino che attesta la volontà alla donazione dal sito www.aido.it, a firmarlo ed a conservarlo nel portafoglio tra i documenti. Fatto!



comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium