Sentieri dei Frescanti - 19 maggio 2021, 11:45

Sentieri dei Frescanti: open day a Monticello e Santa Vittoria d'Alba

Domenica 23 maggio visite gratuite alla scoperta di antichi tesori artistici dedicati alla Passione di Gesù Cristo

La raffigurazione di San Ponzio a Monticello d'Alba: l'affresco più antico presente sul territorio della Sinistra Tanaro (Foto Treevision)

La raffigurazione di San Ponzio a Monticello d'Alba: l'affresco più antico presente sul territorio della Sinistra Tanaro (Foto Treevision)

Proseguono a pieno ritmo gli appuntamenti gratuiti con gli "open day" dei Sentieri dei Frescanti per ammirare i tesori artistici del Roero facenti parte del circuito. Sono infatti molte le curiosità che si possono scoprire sul prezioso patrimonio artistico locale.

La proposta di domenica 23 maggio sarà incentrata sulla Passione e la Devozione: un giornata interamente dedicata alla mistica della Passione, che si snoda su due importanti luoghi: Monticello d'Alba e Santa Vittoria d'Alba.

La Cappella di San Ponzio Diacono a Monticello d'Alba.
I più antichi affreschi del Roero, testimoni di un lontano passato
Nella quiete del cimitero di Monticello, ciò che resta dell’antica chiesa parrocchiale racchiude un segreto ben custodito: quattro affreschi antichissimi, testimoni di un passato lontano caratterizzato dall’essenzialità delle linee e dalle forme semplici. San Ponzio, Sant’Eligio, la Crocifissione e la Madonna con il Bambino ci raccontano le storie di operosi santi orafi e diaconi cartaginesi, mentre, calati nell’atmosfera medievale, riflettiamo sul mistero del sacrificio di Cristo.

La Confraternita di San Francesco a Santa Vittoria d’Alba.
La Passione di Cristo, fra narrazione popolare e tradizione sacra, in un racconto emozionante lungo oltre trenta metri
L’oratorio della Confraternita di San Francesco d'Assisi a Santa Vittoria d’Alba racchiude un prezioso ciclo di affreschi del 1490-92, meravigliosamente unico nel panorama locale: il racconto profondamente intenso della Passione di Cristo, sviluppato in un totale di 34 metri, suddiviso in diciannove scene di bellezza rara.

Per ammirare il sito a Santa Vittoria d'Alba è necessario prenotare le visite (nella fascia oraria 9-18) esclusivamente tramite l’innovativa app gratuita “Chiese a Porte Aperte”. Per quanto riguarda invece il sito di Monticello d'Alba sarà sufficiente presentarsi all'ingresso (nell'orario 15-18.30), dove saranno presenti volontari che gestiranno gli afflussi.

Ulteriori informazioni consultare il sito ww.sentierideifrescanti.it

Il sindaco di Monticello d’Alba Silvio Artusio Comba: "Siamo molto felici di poter riaprire alle visite la Cappella di San Ponzio, che si trova en plein air e rappresenta bene il connubio tra un passato importante e un presente che dobbiamo far tornare smagliante. A tutti dico: tornate, con attenzione ed educazione, a godervi i piaceri della vita e le visite al percorso roerino dei Sentieri dei Frescanti".

"Grazie anche alla preziosa attività dei volontari proseguono le aperture sul circuito dei Sentieri dei Frescanti - spiega Silvana Pellerino, architetto dello StudioEco di Alba e promotrice del progetto -. Domenica 23 avremo un approfondimento sugli affreschi dedicati alla Passione di Gesù Cristo. Entrando nella piccola cappella a Monticello d'Alba, sulla destra dell’altare possiamo trovare l'affresco più antico presente sul territorio del Roero: la raffigurazione di San Ponzio, diacono a Cartagine, attivo nel III secolo d.C. Nel suo 'De virus Illustribus', San Girolamo ci racconta che Ponzio fu devoto diacono del vescovo Cipriano. Sopportò con il suo vescovo l’esilio a Curubis (l’odierna Korba in Tunisia) fino al giorno del suo martirio, avvenuto nel 258 su ordine del proconsole romano Galerio Massimo".

Tiziana Fantino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU