/ Solidarietà

Solidarietà | 17 maggio 2021, 14:45

In memoria del braidese Gianfranco Testa un dormitorio per gli studenti africani

L’associazione Granello di Senape prosegue nella raccolta fondi volta a dare concretezza a un progetto solidale in Costa d’Avorio

In memoria del braidese Gianfranco Testa un dormitorio per gli studenti africani

Era il 1988 quando Gianfranco Testa, insieme al fratello Giuliano, allora sacerdote della congregazione di don Orione, diede inizio all’avventura di Granello di Senape, associazione di volontariato braidese che lavora in territorio africano con progetti sanitari ed educativi.

Uno fra i tanti è stato quello di costruire una scuola professionale nel villaggio di Ebimpé, distretto di Anyama, in Costa d'Avorio. Gianfranco ci ha lavorato fino all’ultimo, dividendosi tra associazione e famiglia, senza mai trascurare nessuno.

Ora il progetto ha bisogno del contributo economico delle donazioni per essere ultimato ed è dedicato alla sua memoria, come racconta il fratello Giuliano.



Giuliano espone il problema dell’assenza di un luogo destinato al pernottamento dei ragazzi in maniera molto pragmatica: la scuola c’è, ma non esiste la possibilità di far viaggiare i ragazzi dai diciassette villaggi vicini. È necessario costruire un dormitorio, per accoglierli e permettere loro di frequentare la scuola.

Un tempo alcune famiglie mettevano a disposizione i loro spazi per ospitarli e permettere la presenza alle lezioni, ma ora i numeri sono diversi, la situazione sanitaria in crisi ed è necessario attivarsi affinché non si perdano i risultati ottenuti fino ad ora.



L’obiettivo della raccolta fondi lanciata sulla piattaforma di GoFundMe è di 30.000 euro, da raccogliere entro ottobre, per riuscire a realizzare il progetto nel corso del prossimo anno.

La cifra complessiva per costruzione e messa in opera ammonta a 46.328 euro, di cui 16.328 a carico del Granello di Senape OdV.
 Le spese prevedono circa 20.000 euro per la costruzione, quasi 2.000 per gli impianti idrici e sanitario, poco più di 3.000 per quello elettrici e circa 21.000 per l’allestimento delle camere e degli spazi studio.


“Solo dotando la struttura di un dormitorio con annessa mensa possiamo dare a questa gioventù la concreta e storica speranza di un futuro da poter costruire, insieme agli altri, con il proprio lavoro. Un lavoro sempre indirizzato anche al bene comune, sempre partendo dai più poveri ed emarginati, nel pieno rispetto e cura della propria storia e dell'ambiente”, scrivono sul sito dell’iniziativa.

Il fondatore di Granello di Senape, Giuliano Testa, prosegue così il lavoro cominciato con il fratello. L’associazione è attiva in Mali, Madagascar, Costa d’Avorio e Ruanda, Paesi che raggiungerà nei prossimi mesi per intervenire attivamente in loco ai progetti avviati, come quello del dormitorio, in collaborazione con l'Ong Grain de Sénevé della Costa d'Avorio.

Per chi volesse donare: https://it.gf.me/v/c/gfm/un-dormitorio-studenti-in-memoria-di-gianfranco .

Maria Pane

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium