/ Attualità

Attualità | 03 maggio 2021, 16:04

Bra punta sul treno e chiede una nuova fermata in zona Madonna dei Fiori

Comune in pressing su Regione ed Rfi per ottenere realizzazione di una sosta utile anche per il futuro polo scolastico di piazza Arpino

La zona degli impianti sportivi di viale Madonna dei Fiori e di piazza Arpino (foto Tino Gerbaldo)

La zona degli impianti sportivi di viale Madonna dei Fiori e di piazza Arpino (foto Tino Gerbaldo)

Una nuova fermata cittadina, tra quella della stazione e quella di frazione Bandito, sulla linea ferroviaria metropolitana Sfm4 Torino-Alba. E’ uno dei propositi ai quali l’Amministrazione braidese sta lavorando di concerto con Rete Ferroviaria Italiana e la Regione, i cui vertici nei giorni scorsi hanno preso parte a un sopralluogo organizzato dall’Amministrazione comunale nella zona di Madonna dei Fiori, dove il Piano Regolatore comunale già contempla la possibilità di questa nuova infrastruttura.   

"Si tratta di un obiettivo sul quale ci stiamo impegnando da circa un anno – spiega il sindaco Gianni Fogliato –, da quando sul punto abbiamo avviato una fitta interlocuzione con Rfi. Nelle scorse settimane siamo tornati a parlarne nel corso di un sopralluogo tenuto sul posto con l’assessore regionale ai Trasporti Marco Gabusi, presente anche il vicepresidente del Consiglio Regionale Franco Graglia, che hanno convenuto con noi sulla bontà di investimento dalla portata decisamente contenuta dal punto di vista economico, visto che richiederebbe la realizzazione di un marciapiede e di due pensiline, ma che avrebbe un impatto decisamente importante non soltanto per questa parte della città".

Il primo cittadino pensa infatti all’opportunità che una simile soluzione potrebbe rivestire non soltanto perché avvicinerebbe al treno una zona sempre più densamente abitata, scaricando al contempo i parcheggi del Movicentro e della stazione di Bandito, ma anche in termini di servizio offerto al futuro polo di scuole e servizi destinati a sorgere presto in piazza Giovanni Arpino, dove la Provincia si è impegnata a realizzare la futura sede dell’Istituto Tecnico "Guala", al cui fianco sorgerà una nuova casa di riposo, appena autorizzata con la variante al piano regolatore approvata nei giorni scorsi dal Consiglio comunale.

La vicinanza col santuario della Madonna dei Fiori porta poi a guardare ai tanti visitatori che scelgono l’edificio religioso quale meta di un turismo che si auspica possa riprendere una volta alle spalle la pandemia, mentre un ultimo importante bacino di utenza della realizzazione richiesta dal Comune è quello delle centinaia di fruitori dei campi da calcio e hockey e delle piscine presenti nel vicino complesso sportivo.

"Ringrazio la Regione per il suo interessamento", conclude il primo cittadino, ottimista sulla possibilità che questo percorso possa compiersi in tempi rapidi, di pari passo con la realizzazione della nuova scuola, per la quale in questi giorni è previsto un nuovo sopralluogo con i tecnici della Provincia.

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium