/ Attualità

Attualità | 12 aprile 2021, 19:15

Salinbici Alba: la mobilità sostenibile, dal quotidiano al cicloturismo

Attiva anche in Langhe e Roero la Federazione Italiana Ambiente Bicicletta: tra gli obiettivi, anche l’ambiziosa realizzazione di una passerella ciclabile tra le due testate storiche  del ponte Moro di Pollenzo

Salinbici Alba: la mobilità sostenibile, dal quotidiano al cicloturismo

La bella stagione alle porte e l’attuale situazione globale legata alla pandemia incrementano la passione per le “due ruote”, visto che la bicicletta per molti si propone come la più efficace modalità di spostamento in città e viene riscoperta nel nostro territorio per diletto, sport e turismo.   

  

Ad Alba, con lo sguardo allargato a Langhe e Roero, la FIAB – Federazione Italiana Ambiente Bicicletta, organizzazione ambientale riconosciuta dalMinistero dei Lavori Pubblici, apre al 2021 con rinnovato entusiasmo e un nuovo direttivo composto da giovani professionisti, manager, professori, ex bancari e operatori turistici: una squadra competente e appassionata a conferma della trasversalità del tema ciclabilità.   

  

L’associazione, che ad Alba punta a raccogliere più di 100 soci attivi e il coinvolgimento di 40 famiglie, sarà guidata nel prossimo biennio dal presidente Marco Ravina, ingegnere ambientale e ricercatore al Politecnico di Torino, coadiuvato dal vicepresidente Axel Ibertie dai consiglieri Elisabetta Brovia, Edoardo Fenocchio, Matteo Pesci, Maurizio Triolo, Fulvio Silvestri, Mario Rolando, Silvia Palladino e Simone Modica

  

Gli obiettivi di lavoro e le iniziative sono molteplici e di diversa natura: dalle gite volte alla scoperta dei percorsi cicloturistici locali al supporto alle Amministrazioni in tema di promozione della mobilità attiva (individuazione e realizzazione percorsi ciclabili, supporto per piani di mobilità e la promozione della bicicletta come mezzo alternativo di trasporto per il quotidiano) in un’ottica verde, di responsabilità civica, piacere e benessere.   

  

Anzitutto è aperta la campagna di tesseramento che garantisce tra l’altro ai soci copertura assicurativa in tutta Europa, sconti presso i punti convenzionati e aggiornamento continuo sulle attività locali e nazionali della Federazione.   

  

Le gite già programmate grazie alla ventennale esperienza cicloturistica internazionale dei consiglieri sono aggiornate sui canali social del gruppo, calibrate ad hoc per famiglie, bambini e ciclisti più allenati a seconda dei percorsi.


"Abbiamo realizzato un programma di uscite adatto a diverse categorie di utenti che permette a tutti di scoprire il più possibile le vie protette per i cicloamatori che hanno l’opportunità di godere del nostro spettacolare paesaggio, che dal fiume sale al panorama delle colline con piacevoli soste legate anche al cibo", raccontano Fulvio Silvestri e Maurizio Triolo, responsabili della sezione.  

  

In tema di supporto e collaborazione con le Amministrazioni locali per incentivare e facilitare lo sviluppo di una mobilità locale nuova e più green, il Presidente Marco Ravina insieme al consigliere Edoardo Fenocchio osservano: "Possiamo dare un supporto prezioso alle Amministrazioni locali, portando in dote osservazioni costruttive che ci vengono dalla nostra esperienza di ciclisti e dal ricco patrimonio di conoscenza di FIAB, anche a livello nazionale. Ad esempio,  abbiamo  di recente incentrato la nostra attenzione sulla manutenzione dell’esistente, fornendo al  Comune  di Alba alcuni spunti  concreti di azione; inoltre abbiamo avviato contatti con altre Amministrazioni locali, tra cui Bra, Montà, Barolo e Guarene. Siamo stati ospiti del direttore dell’Associazione Paesaggi Vitivinicoli di Langhe Roero e Monferrato Roberto Cerrato e abbiamo parlato di quanto la bicicletta può fare per il nostro territorio. Possiamo supportare i Comuni della zona interessati a ottenere riconoscimenti importanti quali quelli del circuito 'Comuni Ciclabili'; intendiamo fornire in generale supporto utile agli uffici tecnici comunali che sono positivamente sempre più sensibili e aggiornati sul tema mobilità sostenibile. Un buon esempio è l’intenzione manifestata dalla giunta comunale albese, rappresentata nel caso specifico dall’assessore Massimo Reggio, che si è detta intenzionata a dotarsi a breve di un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), un lavoro enorme, delicato e difficile che cambierà la visione e le dinamiche di trasporto dei prossimi vent’anni in città. Noi ci siamo per aiutare ed essere costruttivi".

 

Ci sono anche idee di percorsi extraurbani pronte a essere sviluppate, da costruire nei prossimi mesi e anni sia per scopo turistico che per  la mobilità: in tal senso FIAB Alba Salinbici sta dialogando con la Fondazione Nuovo Ospedale Alba Bra e con le Amministrazioni comunali  per permettere un percorso ciclabile che colleghi non solo il nosocomio, ma le due città già unite dall’Ospedale: "Sarebbe un risultato eccezionale per tutto il territorio e per i differenti utenti destinatari, oltre che un’azione simbolica fortissima di positiva sinergia per la mobilità sostenibile. Il nostro progetto, anche un po’ a fine provocatorio e di stimolo, prevede anche l’ambiziosa realizzazione di una passerella ciclabile tra le due testate storiche  del ponte Moro di Pollenzo", afferma Elisabetta Brovia, la veterana del gruppo.   

  

La bicicletta a livello globale e anche nelle piccole realtà si imporrà sempre di più come valido mezzo di trasporto: Matteo Pesci e il vicepresidente Axel Iberti hanno le idee chiare sul tema. "C’è una stupenda rivoluzione in corso che parte dal basso, gli strumenti sono alla portata, la sicurezza e l’educazione temi delicati, per questo è giusto fare l’adeguata informazione e aprire un dialogo tra le parti coinvolte onde evitare conflitti. Si pensi a pedoni, ciclisti e automobilisti: è ormai chiaro che ogni categoria deve avere la sua dignità nel rispetto degli altri. Alba, grazie al lavoro dell’assessore Reggio, l’attenzione del consigliere delegato ai quartieri Nadia Gomba e la cultura ambientale del consigliere Stefania Balocco sta diventando un ottimo laboratorio di energie e confronti positivi e costruttivi su questioni reali. La sensibilità dimostrata su corso Langhe con il progetto di zone 30 e l’aggiornamento del progetto su corso Europa ad Alba sono un esempio"

  

Le scuole e le giovani generazioni sono un ambito fondamentale di partenza e di azione. L’assessore al Welfare del Comune di Alba Elisa Boschiazzo ha invitato la FIAB a presentarsi agli studenti e come osserva il professor Fulvio Silvestri, consigliere di Salinibici: "Negli istituti stanno nascendo gruppi spontanei attenti all’inquinamento e alla mobilità, nel giro di pochi anni per i ragazzi tornerà 'hype e cool' sgasare sui pedali della bicicletta per andare a lezione. Ci salveranno i nostri ragazzi. Diamogli spazio e voce…FIAB Alba Salinbici è con loro"

  

L’invito è quindi quello di seguire tutte le iniziative di Fiab Alba Salinbici sui canali social Facebook e Instagram, oppure contattando i riferimenti mail (info@salinbici.it) e Whatsapp (3478444541). 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium