/ Politica

Politica | 03 aprile 2021, 10:41

Assegno Unico Universale, Pd Cuneo: "Una vittoria per tutti. Approvata la legge che introduce il nuovo strumento a sostegno delle famiglie"

Riceviamo e pubblichiamo

“Sarà una riforma storica, come quella agraria o quella che istituì il Servizio sanitario nazionale, votata da tutto il Parlamento, ma scritta, voluta e guidata dal Pd”, ha affermato il senatore dem Stefano Lepri.

Sono passati quasi 7 anni da quando Lepri propose la bozza dell’Assegno Unico Universale: un decreto legge che racchiudeva al suo interno tutti gli strumenti di sostegno giá esistenti per le famiglie, semplificandoli. Negli anni, la mancanza di coperture economiche e le resistenze di alcune fronde del parlamento hanno ritardato l’iter legislativo di questa misura.

La proposta, che fa parte del più generale Family Act, è stata approvata nella serata di martedi 30 marzo, e prevede un contributo mensile a sostegno delle famiglie con figli a partire dal 1 luglio. Come spiega Pierangela Castellengo, referente della segreteria provinciale per il welfare “riguarderá nuclei famigliari con figli di etá compresa tra il settimo mese di gravidanza e il 18esimo anno di etá, con possibilitá di estenderlo fino ai 21 anni. Il contributo verrá erogato come credito d’imposta o direttamente sul conto corrente. Sono previste maggiorazioni per i disabili perché, come ha giustamente sottolineato il segretario CISL, bisogna tenere insieme i due principi base della riforma: equità e universalità, senza penalizzare nessuno!”

La vera novitá rispetto agli strumenti che giá esistevano (bonus bebé, premio natalitá, assegni famigliari e altri) é che sará proporzionale al reddito, e verrá erogato indistintamente a dipendenti pubblici e privati. Verrá dato a prescindere dalla condizione lavorativa: dunque anche chi malauguratamente dovesse perdere il lavoro continuerá a ricevere questo assegno.

“È una legge tanto attesa che risolve l'iniquità degli assegni familiari di cui potevano disporre solo i dipendenti, mentre chi è incapiente non poteva utilizzare le  detrazioni per i figli a carico” sottolinea Maria Peano, vicesegretaria del PD provinciale e madre di 5 figli “L'assegno unico raggiunge tutti, indistintamente. Finalmente una misura per la famiglia che ci porta al passo con altri stati europei più avanti di noi da tempo”

 

La Segreteria Provinciale del Partito Democratico

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium