/ Agricoltura

Agricoltura | 28 marzo 2021, 10:01

Esonero contributivo INPS agricoltura 2021: al via le domande

Lo Studio AGRIEURO illustra la Circolare INPS n. 47 del 23/03/2021, con cui si dà il via alle domande di esonero contributivo per l’anno 2021

Esonero contributivo INPS agricoltura 2021: al via le domande

Come noto, la Legge di Bilancio 2021 ha prorogato l’esonero contributivo per le nuove iscrizioni all’INPS in agricoltura di soggetti di età compresa tra i 18 e i 40 anni.

Ciò significa che i coltivatori diretti (CD) e gli imprenditori agricoli professionali (IAP) di cui all’articolo 1 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 99, con età inferiore a quaranta anni, con riferimento alle nuove iscrizioni nella previdenza agricola per le attività iniziate nel corso del 2021, possono fruire di una cospicua riduzione dei contributi totali annuali dovuti all’INPS. È previsto, infatti, l’esonero dal versamento del 100% della contribuzione dell’assicurazione generale obbligatoria per l'invalidità, la vecchiaia ed i superstiti (IVS), per un periodo massimo di ventiquattro mesi ai nuovi iscritti di cui sopra.

La Legge di Bilancio 2021 ha prorogato la possibilità di fruire di tale agevolazione che, prima, era prevista per le sole iscrizioni con decorrenza nel 2020.

Con la Circolare INPS n. 47 del 23/03/2021, l’Istituto ha fornito le indicazioni per la presentazione telematica delle istanze di esonero, dando, così, ufficialmente il via alle domande di esonero 2021.

Anche per il 2021, quindi, in agricoltura si può fruire di un’importante agevolazione quale è l’esonero contributivo, che può essere molto utile, specie come sostegno per l’avvio di nuove realtà imprenditoriali, dove i costi iniziali sono, sovente, alti e la possibilità di risparmiare su alcune voci può essere un buon aiuto.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium