/ Attualità

Attualità | 21 marzo 2021, 16:50

“Riaprite le scuole, sono un servizio essenziale”: oltre 500 persone manifestano in piazza Galimberti a Cuneo (FOTO E VIDEO)

Anche Alba sta manifestando per chiedere di tornare a scuola in presenza. 36 le piazze d’Italia dove le famiglie, i bambini e gli studenti chiedono di non continuare ad essere sacrificati

“Riaprite le scuole, sono un servizio essenziale”: oltre 500 persone manifestano in piazza Galimberti a Cuneo (FOTO E VIDEO)

Centinaia le persone in piazza Galimberti, oggi 21 marzo, per chiedere a gran voce di riaprire le scuole in presenza. Sono più di 500, con bandiere, zaini, cartelle, manifesti, fischietti, tamburi.

Cuneo è una delle 36 città ad aver aderito alla manifestazione, assieme ad Alba. A Cuneo è in crescita il movimento “scuole aperte” guidato da Sara Marchisio. Sua la voce che coordina la richiesta.

Non neghiamo la pandemia. Ma la scuola è un servizio essenziale”, evidenzia. Non solo, si sottolinea come a marzo del 2020 non si pensasse a protestare, perché era tutto chiuso. “Ora le fabbriche, le chiese, molti negozi sono aperti. E le scuole? Nelle classi non ci si contagia, sono luoghi sicuri”.

C’è il problema delle famiglie, che non sanno come gestire gli studenti più piccoli, spesso affidati ai nonni o, peggio, lasciati a casa da soli. Rabbia, per la scelta di sacrificare ancora una volta l’istruzione e i più giovani.

Per ora, invece, le scuole restano chiuse. Fino al 29 marzo, ma poi sarà fino a dopo Pasqua. “Lo sappiamo tutti - dicono in piazza - . Ma oltre no, non siamo disposti ad accettarlo”.

barbara simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium