/ Eventi

Eventi | 09 marzo 2021, 17:50

Vivere di cioccolato

In un momento in cui il contatto umano è raro e per questo ancora più prezioso, in cui ognuno di noi è obbligato a vivere quasi esclusivamente in compagnia di sé stesso, sapere di avere avuto un pubblico ha un che di “miracoloso”.

Vivere di cioccolato

Per due giorni un gruppo piuttosto sparuto di persone ha fatto quello che nel 1800 raccomandava lo scrittore francese Stendhal: “Diffidate di tutto, Vivete di cioccolato!” e noi, una ventina in tutto, ci siamo chiusi nell’accogliente cucina di Astec di Borgo San Dalmazzo e abbiamo vissuto intensamente di cioccolato.

Puntata sabato pomeriggio 6 marzo 2021

Cuneesi, uova di Pasqua, praline, Sacher, tortini dal cuore morbido, tartufi, personaggi, statue, sculture. Tutto di cioccolato per non dimenticare e non lasciar dimenticare a nessuno che, se avessimo avuto la fortuna di vivere nella vita reale, sabato e domenica scorsi, nello spazio Bertello a Borgo San Dalmazzo, si sarebbe svolta la manifestazione “Un Borgo di Cioccolato”.

Puntata domenica mattina 7 marzo 2021

L’ente Fiera Fredda ha voluto replicare l’esperienza della Fiera Fredda di dicembre e, insieme agli altri soci, tra cui Confartigianato di Cuneo e numerosi sponsor ha organizzato la messa in onda della manifestazione avvalendosi dei canali social di Facebook e Instagram e delle dirette di Targatocn e di colpo, quelle poche persone impegnate nelle riprese, nell’organizzazione, nella regia, nelle interviste, nei cooking show sono diventate 20.000.

Puntata domenica pomeriggio 7 marzo 2021

Da casa migliaia di persone si sono collegate e hanno seguito Pino Oliva che preparava le praline e i cuneesi, che riempiva i gusci di cioccolato con la Birra Geisha del Troll, hanno visto Giovanna Chionetti e tutti gli Amici del Cioccolato decorare le uova e creare personaggi e hanno cucinato le ricette insieme a loro, sfidandosi in concorsi gastronomici.

In un momento in cui il contatto umano è raro e per questo ancora più prezioso, in cui ognuno di noi è obbligato a vivere quasi esclusivamente in compagnia di sé stesso, sapere di avere avuto un pubblico tanto vasto ha un che di “miracoloso”. È il premio per chi si è dedicato con tutto l’impegno possibile per la riuscita di una scommessa che sembrava folle e per tutti noi, che abbiamo avuto la fortuna di dare il nostro contributo, è stato un regalo meraviglioso.

Paola Gula

 

 

 

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium