/ Economia

Economia | 09 marzo 2021, 08:15

Barò Cosmetics, una storia imprenditoriale 100% italiana

Il gruppo di imprenditori che hanno dato vita nel 2015 a Barò Cosmetics ® in Piemonte a pochi chilometri da Alba capitale delle Langhe e zona UNESCO, hanno deciso di puntare sull’eccellenza del proprio territorio e sul saper fare che contraddistingue il Made in Italy

Barò Cosmetics, una storia imprenditoriale 100% italiana

Materia prima, ricerca, laboratori, prodotto finale, tutto 100% in Italia. Il gruppo di imprenditori che hanno dato vita nel 2015 a Barò Cosmetics ® in Piemonte a pochi chilometri da Alba capitale delle Langhe e zona UNESCO, hanno deciso di puntare sull’eccellenza del proprio territorio e sul saper fare che contraddistingue il Made in Italy.

Alberto e Simone Toppino insieme a Luca Barone, hanno un’idea molto precisa: “scoprire che il nostro territorio poteva offrire un principio attivo così potente e naturale per combattere l’invecchiamento della pelle, ci ha subito entusiasmato e abbiamo deciso di partire.”

La valorizzazione è insita da sempre nel mondo contadino e le Langhe offrono il meglio con tartufi, nocciole e grandi vini rossi noti in tutto il mondo, Barò infatti è l’abbreviazione di un luogo e prodotto cult Barolo: qui è reperita la materia prima i semi dell’uva nebbiolo “scarto” della torchiatura di uve da sole vigne a coltivazione biologica nel comune di denominazione. Un prodotto ricco di polifenoli antiossidanti ingrediente principe della cosmesi per i poteri antiossidanti.

Nel 2014 nasce quindi un percorso di ricerca teso a realizzare prodotti unici. 2 anni di studi con la scienziata Giovanna Menegati farmacista e cosmetologa specializzata in fitoestratti naturali che mette a punto nei suoi laboratori di Bergamo una prima serie di prodotti di bellezza che debuttano nel 2016.

Oggi le formule brevettate di proprietà detenute da Barò Cosmetics ® sono oltre 50 un numero considerevole per una azienda di medie dimensioni, che ha permesso di passare da 6 prodotti nel 2016 agli attuali 52.

Sono tutti cosmetici che sposano una scelta green senza ingredienti di origine animale, petrolati, paraffine, iodio o alcol. Nessun test è mai stato fatto su animali.

L’azienda si inserisce su un mercato ricco di concorrenza, ma l’altissimo livello qualitativo e l’approccio innovativo nel business portano presto grandi risultati e una continua crescita.

In parallelo all’ampliamento della gamma di prodotti cresce il numero di addetti oggi 31 dipendenti e il fatturato di circa 10 milioni di euro nel 2020.

Alberto e Simone Toppino e Luca Barone ci credono sin da subito e il loro impegno oltre che professionale, tutti hanno grandi esperienze imprenditoriali e manageriali, è anche economico. La scelta è di creare una start-up e un piano di sviluppo solo con risorse proprie: il capitale iniziale è stato 1,65 milioni di euro e l’assetto societario vede i tre soci alla pari con un 32,66% ciascuno, mentre il restante 2% è di Guido Rosso che in azienda si occupa del Multi-Contact Center. Barò Cosmetics ® ha un capitale sociale interamente versato di 100 mila euro. Questo ha messo l’azienda in una situazione di sicurezza economica su cui si disegna una strategia di sviluppo equilibrata e consapevole.

In primis un marketing inclusivo e collaborativo con altre imprese, una catena produttiva controllata al 100%. La materia prima, che dovrebbe esser smaltita dalla casa vinicola (Barale) viene prelevata dopo la fase torchiatura, le vinacce vengono immeritamente traferite in laboratorio per l’estrazione quindi nel magazzino attrezzato di Guarene a pochi km da Barolo, per esser conservate a temperatura controllata. Qui l’estratto riposa e verrà prelevato in varie fasi per esser portato nei laboratori per lavorazione. Ciò in modo da poter metter sul mercato un prodotto in quantità adeguata alla richiesta ed esser sempre “fresco”.

Canali di vendita solo on-line e massima fidelizzazione della clientela con cui si è in costante dialogo grazie ad uno staff creato ad hoc con la funzione di “consulenti di bellezza”. Una filiera corta dal produttore al consumatore che taglia costi e sprechi. Un plus importante nell’anno del COVID: il sito www.shopbaro.it dove tra l’altro è possibile aver un omaggio d’ingresso, ha avuto picchi a dicembre di 3.000 ordini al giorno. Ad oggi Barò Cosmetics ha già superato le 500.000 clienti in Italia ed ha iniziato un percorso di internazionalizzazione partendo dalla Spagna, per poi entrare nei mercati: UK, Francia e Germania.

La storia di Barò Cosmetics ® https://www.barocosmetics.com/




Ufficio Stampa

Maria Grazia Balbiano mobile 347 36 07 342 || info@mariagraziabalbiano.com

Barbara Odetto mobile 339 63 43 997 || info@barbaraodetto.com


Dati aggiornati a marzo 2021




Informazione pubblicitaria

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium