/ Attualità

Attualità | 03 marzo 2021, 13:15

Servizio idrico affidato a Cogesi: è tutto legittimo, respinti i ricorsi contro l'Ato4

Decisione del Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche di Roma. I giudici hanno infatti valorizzato la scelta fatta dalle Amministrazioni locali del territorio

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

A partire dal 2017 la Società consortile AETA (che raggruppa Tecnoedil, Alpi Acque ed Alse) ha presentato ricorsi contro alcune deliberazioni della Conferenza dell’Ente d’Ambito Cuneese, competente per la riorganizzazione del servizio idrico integrato (acquedotto, fognatura e depurazione) in Provincia di Cuneo.       

In particolare AETA ha contestato all’Ato4 il mancato riconoscimento della proroga delle concessioni, scadute il 31 luglio 2017, e successivamente la delibera del marzo 2019 di affidamento del servizio al Gestore unico COGESI, società interamente pubblica.

Con la sentenza n. 30/2021 il Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche di Roma ha respinto i ricorsi, confermando la legittimità del percorso politico, tecnico ed amministrativo ed il lavoro svolto dall’Ente d’Ambito Cuneese.

I giudici hanno infatti valorizzato la scelta fatta dalle Amministrazioni locali del territorio, ritenuta non sindacabile nel merito, non ravvisando errori o censure nella costruzione amministrativa e tecnica di tale scelta.

Alla luce di tale decisione proseguono senza più incertezze le iniziative di concretizzazione di un soggetto industriale pubblico forte in Provincia di Cuneo che acceleri la realizzazione degli investimenti sulle reti e sugli impianti del servizio idrico, così importanti per il nostro territorio.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium