/ Cronaca

Cronaca | 27 febbraio 2021, 07:58

Recuperato nella notte lo scalatore caduto in Val Maira, tra Rocca e Torre Castello (FOTO E VIDEO)

Intervento complesso e rischioso del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese, con il supporto del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco. L'uomo sta bene ed è stato portato in ospedale per accertamenti

Le immagini delle complesse operazioni di recupero dello scalatore caduto in Valle Maira

Le immagini delle complesse operazioni di recupero dello scalatore caduto in Valle Maira

 

Si è concluso positivamente intorno alle 7,00 di questa mattina (sabato 27 febbraio) l'intervento di recupero dello scalatore caduto in Valle Maira nel comune di Acceglio, nella zona tra Rocca e Torre Castello.

L'uomo - caduto durante il transito sulla via "Camino Palestro" per una decina di metri - è stato recuperato dalle squadre del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese, con il supporto del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco. Nonostante un trauma toracico e un trauma a un arto superiore, oltre a varie contusioni, lo scalatore è in buone condizioni di salute ed è stato affidato alle cure dei sanitari, con ricovero in ospedale per accertamenti. La caduta infatti è stata trattenuta dalla corda durante la scalata da primo di cordata.

Era con un compagno di cordata che è riuscito a raggiungere la cima e a dare l'allarme intorno alle 18,20 di ieri sera, venerdì 26 febbraio.

Si è trattato di un intervento molto complesso che ha visto l'impiego di numerose squadre di soccorritori. I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese hanno raggiunto gli alpinisti bloccati sulla Rocca Castello scalando lungo la via normale della montagna. Il compagno è stato raggiunto sulla cengia sotto la cima, mentre una squadra si è calata per raggiungere l'infortunato.

Il ferito è stato issato verso l'alto tramite un sistema di paranchi con le corde da alpinismo.

Guarda il video:

Siccome le sue condizioni di salute lo consentivano, intorno alle 2.00 è iniziata la discesa dalla via normale della montagna che nel frattempo era stata attrezzata con corde fisse. Con tratti in corda doppia e tratti da percorrere disarrampicando assicurati dai soccorritori, i due malcapitati sono arrivati al Colle Greguri da cui hanno potuto proseguire la discesa a piedi sempre accompagnati dai tecnici.

L'equipaggiamento adeguato che lui e il compagno avevano con sé ha consentito loro di attendere serenamente l'arrivo dei soccorsi. Nella squadra del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese era presente una sanitaria che ha monitorato le condizioni dell'infortunato per tutta la durata dell'intervento. L'uomo è stato in grado di partecipare attivamente all'operazione sia durante la discesa del tratto alpinistico, sia dal Colle Greguri a Chiappera, tratto che ha affrontato sulle proprie gambe.

Intorno alle 5.30 hanno raggiunto Chiappera, comune di Acceglio. Ad aspettarlo un'ambulanza che l'ha condotto in ospedale per gli accertamenti del caso.

crm

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium