/ Cronaca

Cronaca | 26 febbraio 2021, 07:45

“Il nostro cane da pastore predato mentre eravamo nella stalla”: a Paesana nuovo attacco di lupo

Succede alla Ghisola, a fianco della Provinciale che risale la Val Po, a qualche decina di metri dalle case. A farne le spese Lady, quella cagnetta da pastore che qui tutti ricordano per esser stata la compagna fedele di Renato Beitone, il pastore morto sulle alture della Vardetta

L'area dove è avvenuta la predazione

L'area dove è avvenuta la predazione

Il cane da pastore predato, mentre i proprietari si trovavano nella stalla, a pochi metri di distanza.

È accaduto, ancora una volta, a Paesana. In frazione Ghisola, in una stalla a ridosso della strada provinciale che risale la Valle Po.  A qualche decina di metri dalle case.

L’attacco, è certo, è opera di uno (o più) lupi. A farne le spese Lady, quella cagnetta da pastore che qui tutti ricordano per esser stata la compagna fedele di Renato Beitone, il pastore di Paesana scomparso e morto sulle alture di Santa Lucia della Vardetta, sulle creste sullo spartiacque tra Val Po e Valle Infernotto.

A raccontarci quanto successo è proprio Dario, figlio di Renato.

Ieri mattina, insieme alla mamma Marilena, Dario si trovava nella stalla, per accudire i capi di bestiame. Erano le 5 e mezzo del mattino: all’esterno era ancora notte.

Dario e la mamma sentono i guaiti del cane. Marilena esce in cortile. Poco dopo arriva il figlio, ma i due non fanno in tempo a salvare Lady, già predata dal canide, che si sta già allontanando nei prati, nelle “gravere” che portano al fiume Po. 

Con la luce del sole, il quadro ha assunto più chiarezza: “Abbiamo ritrovato chiazze di sangue, qualche resto del cane e qualche resto di pelo”.

Dario ha allertato i Carabinieri Forestali, che sono giunti sul posto ed hanno effettuato un sopralluogo, senza rinvenire ulteriori elementi.

Non è il primo episodio di questo tipo che si registra in Val Po. Segnalazioni analoghe sono giunte anche dalla località Belloni di Paesana, mentre a Sanfront la stessa sorte è toccata ad alcuni cani, predati all’interno di cortili delle case.

Senza contare le predazioni, avvenute anche negli ultimi giorni, a ridosso delle case di via Crissolo, sempre a Paesana, e nel bel mezzo del borgo di case dei Giordani.

Nicolò Bertola

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium