/ Attualità

Attualità | 19 febbraio 2021, 16:46

A Verduno i primi vaccini AstraZeneca al personale della scuola

Avviata la nuova fase della campagna regionale, partita nel pomeriggio con le prime 50 dosi ad altrettanti under 55, docenti e non

Poco fa a Verduno la prima vaccinazione al personale della scuola sul territorio di Langhe e Roero

Poco fa a Verduno la prima vaccinazione al personale della scuola sul territorio di Langhe e Roero

Sono partite da pochi minuti, alle ore 15.30 di oggi, venerdì 19 febbraio, le vaccinazioni degli operatori scolastici organizzate dall’Asl Cn2 di Alba e Bra.

Annunciata nei giorni scorsi dalla Regione, sul territorio di Langhe e Roero questa nuova fase della campagna avrà come sede l’Ospedale “Michele e Pietro Ferrero” di Verduno, dove oggi si prevede di somministrare la prima dose del farmaco AstraZeneca a 50 tra docenti e operatori della scuola di età inferiore ai 55 anni.

Una prima platea che salirà a 90 persone domani, sabato 20, per proseguire con le 80 inoculazioni al giorno già previste fino a sabato 27 febbraio compreso.
La programmazione successiva è in via di definizione anche in ragione degli approvvigionamenti dei farmaci in arrivo presso la farmacia dell’ospedale unico.

Questa fase della campagna interessa come noto il personale docente e non docente, in servizio presso gli istituti scolastici e universitari pubblici e privati, compresi quelli di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (Afam) e i servizi educativi privati e paritari. Gli interessati possono manifestare la propria volontà di aderire alla vaccinazione tramite il portale www.ilpiemontetivaccina.it.

In questa fase verrà utilizzato il vaccino AstraZeneca, indicato per la popolazione con meno di 55 anni (è atteso per oggi il pronunciamento con cui l’Aifa, Agenzia Italiana per il Farmaco, si ne innalzerà l’età consigliata a 65 anni).
Gli over 55 possono comunque manifestare la propria adesione sul portale e saranno convocati successivamente con le modalità e le tempistiche previste dal piano nazionale.

Secondo le indicazioni regionale, applicate dall’Asl, nel "personale non docente" rientrano: assistenti amministrativi, assistenti tecnici, collaboratori scolastici, cuochi (presso convitti), direttori dei servizi generali e amministrativi, dirigenti scolastici, guardarobieri (impiegati presso convitti), infermieri (impiegati presso convitti).

Coloro che, invece, soffrono di particolari patologie (l’elenco è disponibile sul sito www.ilpiemontetivaccina.it) non devono usare il portale per manifestare la propria adesione perché saranno informati successivamente in modo specifico sulle modalità loro riservate.

Chi non ha il proprio medico di famiglia in Piemonte può comunque aderire alla campagna vaccinale, ma non in questa fase. Saranno attivate specifiche modalità che saranno comunicate nei prossimi giorni.

Sul portale www.ilpiemontetivaccina.it sono riportate in dettaglio informazioni sulla campagna vaccinale per il personale scolastico.

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium