/ Attualità

Attualità | 17 febbraio 2021, 11:26

Conversazioni culturali sul Parnaso delle Langhe

Le riflessioni di Sarah Talita Silvestri, archeologa e insegnante di Lettere presso le classi secondarie di primo grado dell'Istituto Comprensivo di La Morra

Conversazioni culturali sul Parnaso delle Langhe

Mentre si assiste al protrarsi logorante di una pandemia che ci ha privati di vicinanze e imposto linee di demarcazione, l’Istituto Comprensivo di La Morra, sotto la dirigenza della Dott.ssa V. Cout e dei vicari S. Borra e R. Meli, si propone come stimolo concreto per arginare e corroborare il vacillante quotidiano con una serie di iniziative culturali.

"La necessità di dare basi solide ai discenti in tempi di smarrimento e incertezza diventa compito principe dell’istituzione scuola che, oltre ad affrontare problemi amministrativi legati all’emergenza sanitaria, non dimentica il potere rigenerante e salvifico della cultura come seme che esige cure amorevoli per dare frutto", scrive Sarah Talita Silvestri, archeologa (collaboratrice da anni con i Musei di Bra) e insegnante di Lettere presso le classi secondarie di primo grado dell'Istituto Comprensivo di La Morra.

"I ragazzi delle classi secondarie scoprono così l’umanità di Dante tra gli endecasillabi della sua Commedia, percepiscono quell’unione solidale di fronte al senso di smarrimento nelle selve oscure che ogni singola vita si trova ad affrontare in questi giorni, avvertono l’ineffabile forza consolatoria della poesia durante ore di laboratorio.

La conoscenza della storia del proprio territorio, momento civico edificante e collante fondante di un tessuto sociale, che permette anche ai ragazzi stranieri di appropriarsi del passato per sentirsi parte integrante del presente, muove i primi passi dalle presenze archeologiche preistoriche dei Liguri Bagienni e prosegue con l’analisi di epigrafi e toponimi che testimoniano la progressiva romanizzazione dell’area.

La figura poliedrica e imponente del braidese Giovanni Piumati, pittore e massimo studioso di Leonardo da Vinci, suscita interesse e curiosità negli studenti, che godono della possibilità di visionare foto d’archivio messe a disposizione dalla Dott.ssa Giovanna Cravero, direttrice del Museo Civico di Palazzo Traversa a Bra.

Si realizza quella, sempre auspicata, collaborazione tra istituzioni scolastiche e museali per cercare di tamponare alla chiusura dei Musei che, privati della loro fruibilità, mantengono in questo modo il ruolo educativo e didattico.

Nell’attesa che si possa presto tornare ad affollare gli spazi culturali, all’inizio della primavera è altresì previsto un progetto, durante il quale la sinergia tra archeologia, arte e nuove tecnologie si esplicherà in una serie di incontri rivolti ai ragazzi, che sperimenteranno concretamente la bellezza di sentirsi consapevoli delle proprie radici storico-artistiche, anche grazie all’ausilio della digitalizzazione".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium