/ Cronaca

Cronaca | 16 febbraio 2021, 14:04

Maxi-truffa rinnovabili: annullati arresti a imprenditore sommarivese

Il Tribunale del Riesame di Milano ha rivisto la misura cautelare disposta dal Gip di Pavia nei confronti di Valerio Rosso

La centrale a biomasse Biolevano

La centrale a biomasse Biolevano

«Una decisione che costituisce un primo passo verso l'accertamento della verità dei fatti, ben diversa da quella ipotizzata dalla Procura».

Questo il commento col quale l’avvocato Nicola Menardo, dello Studio Grande Stevens di Torino, ha accolto la decisione assunta ieri dal Tribunale del Riesame di Milano, che ha disposto l’annullamento degli arresti domiciliari disposti nei giorni scorsi nei confronti dell’imprenditore di Sommariva Perno Valerio Rosso.

Insieme ad altri dieci provvedimenti analoghi (cinque arresti domiciliari e altrettanti obblighi di firma), la misura cautelare era stata assunta dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Pavia nell’ambito dell’indagine aperta con le accuse di associazione per delinquere e truffa aggravata, e legata all'erogazione di incentivi statali per 143 milioni di euro – non dovuti secondo gli inquirenti e ora oggetto di sequestro – alla centrale a biomasse di Olevano Lomellina, nella provincia pavese.

Imprenditore nel settore del legno, coinvolto nell’inchiesta insieme a due sue dipendenti, Rosso è accusato di avere avuto una parte nell’organizzazione impegnata a certificare fraudolentemente la fittizia provenienza del legname col quale la centrale energetica veniva alimentata, mentre secondo quanto previsto dalla normativa e ratificato mediante l’accordo stretto nel 2012 tra la società titolare dell’impianto e il Ministero per le Politiche Agricole e Forestali, lo stesso sarebbe dovuto essere tracciato, certificato e proveniente da zone comprese in un raggio di 70 chilometri.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium