/ Economia

Economia | 19 gennaio 2021, 07:50

CNOS-FAP Piemonte, la formazione professionale dei Salesiani di Don Bosco

Cosa vuoi diventare? Da bambini ci domandavano cosa avremmo voluto fare da grandi. Era un gioco. Oggi invece è una scelta cruciale, una scelta di futuro. CNOS-FAP mette in campo le sue forze e la sua proposta formativa diversificata per aiutarti a dare la migliore risposta a questa domanda fondamentale

CNOS-FAP Piemonte, la formazione professionale dei Salesiani di Don Bosco

Gennaio tempo di iscrizioni online proprio nel mese di Don Bosco: che coincidenza! E allora perché non coglierla e presentarci ancora una volta in un territorio importante come quello del Cuneese.

Cos'è CNOS-FAP? È la sigla della formazione professionale dei Salesiani di Don Bosco, che dal 1978 raccoglie tutti i Centri di Formazione professionale operanti in Piemonte con le attività di orientamento, formazione e inserimento al lavoro. La Regione Piemonte ha accreditato (cioè ha riconosciuto la professionalità) di CNOS-FAP nello svolgimento di queste attività.

L’esperienza richiama l’opera del Santo che già intorno al 1850 a Valdocco si prese cura dei giovani. Il suo scopo era non solo quello di insegnare loro a leggere, scrivere e far di conto, ma anche a trovare un mestiere, affinché potessero inserirsi dignitosamente nella società. Il primo contratto di “apprendizzaggio” è stato pensato e redatto da Don Bosco stesso; la sua versione originale è in mostra nel museo CASA DON BOSCO recentemente aperto nella cittadella salesiana di Valdocco.

L’Orientamento è l’ascolto e l’osservazione dei ragazzi per individuarne le risorse, per stimolarne l’utilizzo e accompagnarlo al successo formativo. Sono azioni previste in un doppio ambito: all’interno dei percorsi formativi e con interventi specifici come Obiettivo Orientamento Piemonte, creato per supportare la scelta del proprio percorso nei vari cicli di studio e nelle prime fasi della vita professionale.

La Formazione Professionale è rivolta a diverse tipologie di destinatari:

- ragazzi e ragazze “dopo la terza media” con i percorsi triennali di qualifica e diploma professionale nell’ambito dell’Istruzione e Formazione Professionale (IeFP). Prevede lo stage di 300 ore in azienda al terzo anno;

- maggiorenni disoccupati, con i corsi di 500/600 ore di qualifica o specializzazione; la metà di queste saranno di stage presso un’azienda. 

- lavoratori che vogliono crescere professionalmente e ampliare le proprie competenze e apprendisti (questi ultimi in formazione obbligatoria).

I Servizi al Lavoro hanno lo scopo di accompagnare all’inserimento nel mondo del lavoro, utilizzando le opportunità attivate da soggetti “terzi”: enti pubblici, Fondazioni e altri soggetti che contribuiscono a favorire un esito positivo.

I Centri di Formazione Professionale (CFP) in Italia sono 63 e sono coordinati dalla Federazione CNOS-FAP. La Federazione coordina tutti i CFP e stipula accordi di partenariato con le grandi aziende nei vari settori professionali al fine di stabilire legami con il mondo del lavoro e di favorire l’ammodernamento tecnologico dei laboratori e delle officine.

Le sedi dell'area cuneese offrono queste opportunità in accordo con le indicazioni della Regione Piemonte. In particolare erogano percorsi formativi, anche in modalità duale, nei settori della meccanica industriale, delle riparazioni dei veicoli a motore (incluse quelle di carrozzeria e manutenzione degli pneumatici), della termoidraulica, dell’elettromeccanica e degli impianti elettrici civili e industriali, del benessere per i trattamenti estetici e di acconciatura, delle lavorazioni agroalimentari (panificazione, pasticcieria, valorizzazione dei prodotti territoriali), dei servizi di sala e bar, dei servizi di promozione e accoglienza turistica. I laboratori, le officine, le aule multimediali sono in costante evoluzione e permettono agli allievi di crescere professionalmente e in piena sicurezza.

I formatori sono gli accompagnatori di questa crescita e favoriscono la formazione umana e civile secondo il progetto educativo raccomandato da Don Bosco ai suoi Salesiani.

La proposta è per gli allievi che vogliono mettersi in gioco. Don Bosco diceva: 

“In ognuno di questi ragazzi, v’è un punto accessibile al bene. Compito di un educatore è trovare quella corda sensibile e farla vibrare”

Accogliamo ciascuno così come si presenta e lo accompagniamo al traguardo della qualifica, al raggiungimento del suo obiettivo.

Le giornate nei CFP si fondano su una sana allegria in un clima che favorisce il successo formativo, affinché i giovani possano comprendere la bellezza di diventare gli artefici della propria vita.

Da bambini ci domandavano cosa avremmo voluto fare da grandi. Era un gioco. Oggi invece è una scelta cruciale, una scelta di futuro.

CNOS-FAP mette in campo le sue forze e la sua proposta formativa diversificata per aiutarti a dare la migliore risposta a questa domanda fondamentale.

Allora, come possiamo aiutarti?

Siamo sicuri di poterti offrire un progetto professionale ed educativo che Don Bosco ha tracciato più di 150 anni fa ed è ancora vibrante: istruzione, lavoro e formazione personale, valori oggi più che mai fondamentali, in un ambiente allegro, sano e sereno, attrezzato con tecnologia e socialmente responsabile.

Allievi e formatori stanno insieme sempre, condividono ogni attività, in aula, in laboratorio o nella ricreazione. La proposta educativa non riguarda solo la crescita professionale, ma anche quella umana, personale. Perché è difficile essere bravi professionisti quando non si è brave persone. Per i nostri formatori una lezione o una partita a calcetto, un esperimento o uno spettacolo, una riflessione spirituale o una castagnata, sono momenti diversi di un unico percorso volto a superare insieme gli ostacoli che via via si presenteranno.

Il ruolo del formatore è quello di facilitatore dell’apprendimento: ogni persona diventa protagonista attiva e non un imbuto di nozioni.

E poi c’è il tutor! Si tratta di una figura esperta che segue la relazione con le famiglie e fa da mediatore tra formatori e con gli allievi. Il tutor, donna o uomo che sia, esercita “la mission salesiana” tanto in ambito scolastico quanto “là fuori”, nella società.

Le aziende, i laboratori, le officine hanno ormai ben chiaro il valore di una Qualifica Professionale conseguita presso il CNOS-FAP: non significa solo essere dei bravi professionisti, significa anche essere persone di valore.

se vorrai lavorare…

…il personale del Centro di Formazione Professionale ti accompagnerà all’inserimento nella professione in Aziende del tuo settore.

Lo Sportello dei Servizi al Lavoro, SAL, sarà a tua disposizione per la redazione del curriculum vitae, per prepararti al colloquio di lavoro, per segnalarti le Aziende che hanno richiesto un profilo come il tuo e nel prosieguo della tua carriera professionale, per comunicarti ogni occasione di aggiornamento professionale.

se vorrai proseguire gli studi…

…potrai ottenere il Diploma professionale con un ulteriore anno di frequenza oppure passare al sistema dell’Istruzione pubblica per il conseguimento del Diploma di Scuola secondaria di 2° grado.

Ma per adesso non preoccuparti ancora: ti spiegheremo tutto quando verrà il momento. I direttori di ciascuno dei 4 Centri di Formazione Professionale e tutti i suoi collaboratori sapranno accoglierti adeguatamente.

A cura di Cristina, Andrea e Antonino

informazione pubblicitaria

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium