/ Cronaca

Cronaca | 16 gennaio 2021, 17:08

Racconigi: “Non l’ho mai picchiata con una cintura e non ho mai avuto dei rapporti sessuali contro la sua volontà"

Nell’udienza precedente erano state ascoltate le dichiarazioni della donna contro l’ex compagno

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

È proseguito negli scorsi giorni - davanti al Tribunale di Cuneo in composizione collegiale - il processo che vede un uomo, di origini romene, imputato dei presunti reati di violenza sessuale, maltrattamenti e lesioni aggravate ai danni dell’ex compagna, parte offesa del procedimento. I fatti si sarebbero svolti nel 2019 a Racconigi.

Nell’udienza precedente il p.m. titolare delle indagini aveva condotto l’esame della donna, la quale aveva accusato l’ex compagno di averla picchiata con una cintura e di obbligarla con la forza ad avere dei rapporti sessuali con lui. Secondo quanto raccontato in aula, i problemi sarebbero iniziati a maggio del 2019, in seguito ad una gravidanza non desiderata che poi sarebbe stata costretta ad interrompere.

L’episodio contestato si sarebbe verificato una sera di ottobre, quando l’uomo, dopo che lei era uscita dalla doccia, l’avrebbe buttata fuori di casa lasciandola nuda sulle scale e impedendole di rientrare.

Nell' ultima udienza tenutasi, oltre ai testimoni della difesa, la parola è stata data all’imputato, che ha deciso di sottoporsi all’esame: “Ci siamo conosciuti tramite un’amica. Abbiamo deciso insieme di andare a convivere. Quando lei è rimasta incinta, io ero contento. Quella sera, sono tornato a casa dal lavoro e lei stava cucinando. Mi aveva chiesto di andare in farmacia. Io non ci sono andato e lei si è arrabbiata. Aveva bevuto. Mi ha insultato. L'ho tenuta per i polsi e le braccia. Mi sono solo difeso. Non l’ho mai colpita con una cintura. Ho tentato di mandarla fuori di casa perché mi aveva spintonato e preso a schiaffi. Non l’ho mai minacciata e non ho mai avuto dei rapporti sessuali con lei che non fossero desiderati. Andavamo d’accordo. Lei mi voleva bene, ed io ne volevo a lei. Non so perché mi abbia denunciato”.

L’udienza è stata rinviata per il prosieguo.

CharB.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium