/ Attualità

Attualità | 15 gennaio 2021, 09:45

Un libro benefico per aiutare gli anziani della casa di riposo di La Morra

Il ricavato delle vendite de "La notte più bella", del 31enne roerino Matteo Portinaro, acquistabile su Amazon, sarà devoluto interamente in beneficienza, per contribuire alla realizzazione delle attività ludico-ricreative della struttura di La Morra

Un libro benefico per aiutare gli anziani della casa di riposo di La Morra

Ci sono occasioni in cui le parole riescono non solo a emozionare, ma si trasformano in strumento di condivisione per un progetto benefico. È questo il caso del libro “La notte più bella” di Matteo Portinaro, 31enne di Corneliano che ha deciso di aiutare la Casa di Riposo S.S. Crocifisso Onlus di La Morra attraverso la sua opera: "Durante il lockdown ho sentito la necessità di scrivere di notte. Sono nati in maniera naturale pensieri, poesie, flussi di coscienza, ricordi di infanzia. Sentivo, però, la necessità di fare qualcosa di più concreto, soprattutto per le persone maggiormente deboli, gli anziani, che sono più vulnerabili e soli in questo periodo di pandemia. La scintilla è stata immediata visto che mia madre lavora nella casa di riposo di La Morra, e allora ho deciso di aiutare una realtà che conosco".

È nato così il libro “La notte più bella”, in cui Portinaro propone un viaggio attraverso la fantasia in cui si accelera o ci si ferma per interrogarsi sul presente e riversare tutto nelle pagine: dalla quotidianità con la famiglia, ai dubbi notturni, fino alle dediche ai miti sportivi di infanzia. Il libro è acquistabile a 10 euro su Amazon e il ricavato sarà devoluto totalmente in beneficenza.

"Il mio desiderio sarebbe quello di contribuire alla realizzazione delle attività ludico-ricreative della struttura di La Morra. Vorrei regalare un po’ di svago e di divertimento ai più anziani in un momento così complicato".

Un progetto condiviso, che sta crescendo e che ha visto la partecipazione anche di Daniele Vaira, giornalista e scrittore cresciuto nelle Langhe, che ha firmato la prefazione. "L’entusiasmo di Matteo è stato contagioso ed è stato un piacere mettermi a disposizione di questa iniziativa benefica. È bello pensare che in questo periodo di pandemia a essere contagiosa sia la voglia di fare qualcosa per gli altri, anche solo condividendo un bel libro per un fine nobile".

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium