/ Attualità

Attualità | 12 gennaio 2021, 11:52

Sensi unici e telecamere per regolare il transito dei Tir sulle strade del Barolo [MAPPA]

Attesa per febbraio l’ordinanza con cui la Provincia recepirà le sollecitazioni dei sindaci della zona. Un percorso ad anello eviterà pericolosi incroci tra i tornanti delle Provinciali 57 e 58 rendendo più sicuri i collegamenti tra Alba e la Fondovalle

Frequenti gli incidenti che coinvolgono mezzi pesanti sulle strade collinari che collegano Alba alla fondovalle

Frequenti gli incidenti che coinvolgono mezzi pesanti sulle strade collinari che collegano Alba alla fondovalle

Se non sarà il Covid a ritardarne nuovamente i tempi, così come avvenuto un anno fa, potrebbe essere emanata nel giro di qualche settimana l’ordinanza con la quale la Provincia si appresta a prevedere nuove regole per il transito degli autoarticolati sulle Provinciali 57 e 58: le tratte collinari che collegano i centri vinicoli di Barolo, Monforte e Novello alla Fondovalle Tanaro.

A chiedere di intervenire per regolare il crescente traffico di mezzi pesanti sulle strade del vino i nove sindaci riuniti nell’Unione dei Comuni "Colline di Langa e del Barolo".
"Da tempo – spiega il primo cittadino di Monforte e vicepresidente dell’Unione Livio Genesio – dal territorio si segnalava l’esigenza di mettere in sicurezza strade che negli anni sono divenute sempre più frequente meta di passaggio da parte di un importante numero di autoarticolati e mezzi pesanti, con facilmente comprensibili problematiche su una viabilità locale che, in tempi normali, è anche frequente meta di un crescente passaggio turistico. Da qui la ricerca di una soluzione che potesse rispondere in modo efficace a queste esigenze e che al contempo non penalizzasse le tante aziende presenti sul territorio e nelle zone immediatamente vicine".  

Dopo un confronto con la Provincia la soluzione è stata individuata con la previsione definizione di un percorso ad anello disegnato grazie all’apposizione di sensi unici destinati al solo traffico pesante, così da consentire comunque il passaggio dei mezzi evitando però possibili incroci pericolosi. A individuarlo, il lavoro di concerto svolto dal comandante della Municipale dell’Unione Flavio Iannitello, dal dirigente del comparto strade della Provincia Riccardo Enrici e dal geometra Marco Eandi, che sempre per la Provincia è responsabile del comparto viabilità albese.

In pratica, una volta approvata l’ordinanza, gli autoarticolati in arrivo dalla Fondovalle Tanaro non potranno più scollinare verso Alba e Barolo risalendo la Sp57, la strada che parte dall’abitato di Monchiero e, attraversando località Manzoni, arriva sino ai piedi di Monforte, all’altezza della cantina Clerico.
Su questa tratta i camion continueranno a passare, ma solamente quelli in arrivo nella direzione contraria, provenienti dal centro di Barolo e diretti a Monchiero.  

Per salire dalla fondovalle in direzione Alba dovranno invece passare dai tornanti della parallela Sp58, imboccandola poco più a monte, dopo località Fornaci, costeggiando Novello e quindi scendendo a Barolo. Da questa parte verrà ovviamente interdetta la direzione contraria, da Barolo a salire verso Novello e Monchiero.  

 

 

"La cartellonistica è già pronta – conferma il consigliere provinciale delegato alla Viabilità per il comparto albese Massimo Antoniotti -. Se non saremo nuovamente ritardati da limitazioni legate al Covid-19 dovremmo poter partire con questo nuovo assetto viario entro il mese di febbraio, dando così una risposta alle problematiche evidenziate dal territorio. Un prossimo incontro con la Prefettura consentirà invece di raccordare queste modifiche al progetto di video sorveglianza che la stessa Unione dei Comuni ha proposto come mezzo per garantire l’osservanza dei divieti".

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium