/ Alba

Alba | 08 dicembre 2020, 08:02

Alla scoperta dei presepi che resistono al Covid 19 nella Granda

La pandemia da coronavirus ha stravolto le nostre tradizioni legate al Natale, ma nella nostra provincia sono stati comunque allestiti alcuni presepi all’aperto e nelle chiese, da visitare rispettando rigorosamente le regole imposte dalla pandemia

Alla scoperta dei presepi che resistono al Covid 19 nella Granda

La prima rappresentazione della Natività si fa risalire a quello inscenata da San Francesco d’Assisi durante il giorno di Natale del 1223, nel piccolo borgo di Greccio, vicino a Rieti e la festa dell’Immacolata Concezione, 8 dicembre, per tradizione è il giorno in cui la famiglia si dedica ad allestire il presepe. Questa tradizione è ben radicata nella nostra cultura dove presepi viventi, artistici, meccanici e diffusi in tempi normali sono presenti in tutta la Granda. Quest’anno le regole antiCovid 19 hanno imposto agli organizzatori di rivedere gli allestimenti e non mancano iniziative interessanti come i concorsi fotografici a cui può partecipare tutta la famiglia.

Ecco alcune delle rappresentazioni della Natività presenti nella nostra provincia, esposte secondo le normative vigenti per la prevenzione del contagio da Coronavirus; per conoscere altri presepi consulta il sito www.presepiingranda.it, e per eventuali aggiornamenti, è consigliabile contattare direttamente gli organizzatori.

Ad Alba Via Maestra la Natività sarà rappresentata con l’esposizione di bellissime statue artigianali italiane dipinte a mano, realizzate secondo l’antica tradizione da figurinai lucchesi. I personaggi con la loro espressività artistica e i loro dettagli accuratamente modellati saranno un simbolo di serenità e dolcezza portando un messaggio di pace e fratellanza. Le statue sono suddivise in cinque ambientazioni tematiche all‘interno di mangiatoie in legno dislocate negli scorci caratteristici di via Maestra. Piazza Risorgimento sarà arricchita dalla presenza dell’abete scintillante allestito dal Comune, illuminato da migliaia di luci. 

Nella Cattedrale di Cuneo, in via Roma, da martedì 8 dicembre 2020 a martedì 2 febbraio 2021, è allestita una grande scenografia presepiale in stile palestinese creata dal Presidente e Maestro Presepista Salvatore Vento. Saranno esposti pastori in creta di 20 centimetri di altezza, provenienti da Palermo ad opera dell'Artista internazionale Angela Tripi e altri personaggi dei F.lli Giordano di Monreale. Apertura tutti i giorni dalle ore 8 alle 18.30, i festivi dalle 8 alle 20, salvo celebrazioni liturgiche.

Borgomale propone per la seconda volta l’iniziativa Presepi nell’antico borgo. Si tratta di uno dei pochi eventi che è possibile organizzare anche ai tempi dell’emergenza sanitaria: a cielo aperto e senza assembramenti. L’invito a partecipare è rivolto a tutta la popolazione. Ognuno potrà realizzare ed esporre il proprio presepe nelle vie del paese, sugli scalini, sui davanzali, appesi ai lampioni, sotto il castello, scegliendo la collocazione preferita. L’appello alla creatività è, in modo speciale, rivolto ai bambini che sono impareggiabili in termini di fantasia. La regola fondamentale per tutti i borgomalesi che si vorranno cimentare nell’allestimento delle Natività è utilizzare materiali poveri e riciclati. Quest’anno l’iniziativa Presepi nell’antico borgo prenderà avvio l’8 dicembre e le opere rimarranno esposte fino al 7 gennaio. 

Nella frazione Scaparoni di Alba la Strada dei Presepi è un appuntamento delle giornate d’avvento che precedono il Natale in cui verranno allestiti ed esposti i presepi e le creazioni riguardanti la natività per un percorso di 2 Km. Dal 8 Dicembre fino al 16 gennaio la frazione ospiterà questo suggestivo percorso interamente visitabile gratuitamente ed all’aperto così da garantire la maggior sicurezza.
Partendo dall’incrocio con strada dei Magliani comincia la passeggiata verso il paese e la chiesetta che continua verso la grande panchina turchese che affaccia sul belvedere di Alba. Attrezzarsi con scarpe comode per proseguire dietro la chiesa, lungo la strada sterrata che porta alla grande quercia secolare, luogo mistico e di assoluta pace in cui godersi il panorama, riflettere e ammirare la natura. Lungo tutto il percorso sono posizionati, allestiti, e anche nascosti tantissime opere e realizzazioni tutte realizzate amatorialmente da scuole, gruppi doposcuola, comunità, famiglie e chiunque abbia voluto mettersi alla prova con la fantasia.

A Sanfront sarà inaugurato il giorno dell’Immacolata martedì 8 dicembre, il presepe meccanico allestito nella navata laterale sinistra della chiesa parrocchiale di San Martino. Questo presepe ha un’origine piuttosto antica, risalente a metà degli anni Cinquanta del secolo scorso. Tra le prime novità meccaniche il mulino a vento e la fucina, realizzati col traforo, poi gli angeli che ruotano in cielo. Ci sono pezzi che hanno più di 50 anni e lo stesso Gesù Bambino che muove le braccia e il capo risale al 1974. Poi via via si aggiunsero il “mitico” arrotino, il pescatore, i taglialegna, la lavandaia, il boscaiolo che tira giù le piante, ecc.  Il presepe meccanico sarà visitabile fino alla metà di gennaio. L’accesso è subordinato alle normali regole anti Covid previste nelle chiese. In linea di massima l’apertura è prevista al mattino dalle 8.30 alle 12 e il pomeriggio dalle 15 alle 18.30, salvo imprevisti.

Il Forum delle Associazioni Familiari della provincia di Cuneo e il Circolo Acli “Amici del Presepio” di Cuneo annunciano che, seppur in forma virtuale, l’edizione 2020 della mostra “Espongo il mio presepio” si terrà ugualmente, nonostante le restrizioni imposte dal Covid.

Ogni famiglia avrà la possibilità di prendere parte al concorso e di vedere il proprio presepe inserito nella mostra virtuale, semplicemente inviandone le fotografie agli organizzatori entro domenica 20 dicembre. Il presepe deve avere una base minima di 30 cm X 30cm, devono essere inviate due fotografie: un focus sulla Natività del presepe e una panoramica dell’opera, indicare nel messaggio: nome della famiglia e città, titolo dell’opera e breve descrizione del materiale usato. Le foto sfuocate o con persone presenti non saranno prese in considerazione. L’invio delle foto rappresenta da sé l’autorizzazione in termini di privacy (la liberatoria) per la pubblicazione sul sito

Le foto saranno pubblicate sul sito: www.presepiingranda.it  nella sezione “Presepe in famiglia”. Il materiale andrà inviato alla mail presepicuneo@gmail.com; allo stesso indirizzo, chi vorrà potrà richiedere una guida in pdf a supporto della progettazione e realizzazione del proprio presepe realizzata dall’associazione “Amici del Presepe”.

Info: www.forumfamigliecuneo.org               

L’Ecomuseo dell’Alta Valle Maira, nell’attuale situazione di pandemia, per mantenere la tradizione dei presepi realizzati nelle borgate, nel rispetto delle norme per il contenimento della diffusione del COVID-19, ha indetto il 1° concorso a premi intitolato “I Presepi della Valle Maira 2020”, che si terrà online. Il concorso intende premiare i presepi della Valle Maira che per originalità e per caratteristiche avranno ricevuto più consensi da parte del pubblico, attraverso una votazione on line, tra tutti quelli che perverranno e saranno inseriti sul sito dell’Ecomuseo dell’Alta Valle Maira. Partecipazione libera e gratuita, aperta a tutti con la condizione che il presepe sia realizzato in Valle Maira. Le categorie sono: presepi interni, realizzati nelle abitazioni, ed esterni, allestiti all’esterno degli edifici.

Info e regolamento: https://ecomuseoaltavallemaira.it/

Nella borgata Camoglieres di Macra il presepe trova spazio nei forni a legna, tra le abitazioni di quello che è un piccolo cuore pulsante di tradizione, continuità e bellezza. Visitabile a qualunque ora, normative antiCovid permettendo, “Lu Presepiu” ci sarà, fino a domenica 31 gennaio 2021. Iniziativa promossa dall’associazione Escarton. 

Nei Comuni di Octavia torna anche quest'anno il concorso di presepi Casa mia è aperta / Mia ca l’e duverta che ha l’obiettivo di creare un circuito di presepi che siano visitabili e aperti al pubblico nel periodo delle feste (dal 24 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021), in quanto realizzati all’aperto in cortili, giardini, vetrine o luoghi accessibili nel rispetto della normativa anti-Covid (all’aperto o visibili a distanza, con distanziamento ed eventuale accesso contingentato e regolamentato per i luoghi al chiuso). Qualora non ci fosse la possibilità di visitare fisicamente i presepi, la fruizione sarà virtuale, grazie agli scatti dei vari presepi visibili sul sito e sulla pagina Facebook dell'Associazione.

L’iniziativa è rivolta a tutti i residenti dei sedici Comuni di Octavia e a scuole, associazioni, parrocchie, circoli, aziende, attività commerciali che intendono realizzare un presepio e condividerlo con tutti. L’iscrizione al concorso va fatta entro domenica 6 dicembre. La realizzazione del presepe e l’invio delle fotografie rappresentative alla mail associazioneoctavia@gmail.com andrà effettuata entro il 18 dicembre.

Info: www.associazioneoctavia.com

Il Gruppo Animatori Beinette beinettese ha organizzato il «Contest concorso – Presepi in casa» (di beinettesi!). Bisogna mandare, via mail (gruppoanimatoribeinette@gmail.com), una fotografia del presepe allestito in casa, entro il 24 dicembre, allegando nome e cognome dei partecipanti, con recapito telefonico. Le fotografie saranno pubblicate sul sito facebook del «Gruppo Animatori Beinette», dove ognuno potrà votare il preferito. Il 6 gennaio saranno premiati i tre presepi più meritevoli secondo una giuria di esperti e quello più votato on line. Info: www.facebook.com/GruppoAnimatoriBeinette

 

Bruna Aimar

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium