/ Attualità

Attualità | 20 novembre 2020, 12:16

Il ministro della Salute firma l'ordinanza: il Piemonte resta in "zona rossa" fino al 3 dicembre

Ancora valida la data del 27 novembre come possibile passaggio alla zona arancione, se dovessero continuare i progressi registrati nell'ultima settimana

Il ministro della Salute firma l'ordinanza: il Piemonte resta in "zona rossa" fino al 3 dicembre

Il Piemonte resta in zona rossa. Fino al prossimo 3 dicembre. A stabilirlo una nuova ordinanza, firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza. "Ho firmato un’ordinanza con cui si rinnovano le misure relative alle Regioni Calabria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta. La nuova ordinanza è valida fino al 3 dicembre 2020, ferma restando la possibilità di nuova classificazione prevista dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2020.", ha scritto.

La nuova misura entra in vigore da oggi, giorno in cui scadono le due settimane da quando il Piemonte era stato inserito nella zona con le regole più restrittive, lo scorso 6 novembre.

Il Piemonte è confermato quindi nella fascia di massima allerta, anche se si guarda al prossimo 27 novembre come data dopo la quale la nostra regione potrebbe passare in fascia arancione, come spiegato ieri dal governatore Alberto Cirio.

Per i piemontesi, infatti, il 27 novembre “scadranno” i 14 giorni di monitoraggio da quando i parametri si sono spostati verso la zona arancione (13 novembre): se i progressi dovessero dimostrarsi costanti, la regione cambierà “fascia di colore”.

I progressi sono nell'RT, passato da 2,16 a poco più di uno, così come nel numero dei ricoveri e nel tempo di raddoppio dei positivi, passato da sei a 10 giorni. Inoltre, se il 5 novembre - il giorno dopo era stata infatti decisa la zona rossa - si era registrato il picco di persone in attesa di ricovero (620), oggi il numero è sceso a 480. 

Numeri sui quali sarà solo il ministero a decidere.

bsimonelli

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium