/ Attualità

Attualità | 10 novembre 2020, 14:03

Pasti in agriturismo per chi alloggia nelle zone rosse: soddisfatta Coldiretti

Roberto Moncalvo: "Si tratta di una precisazione importante per gli agriturismi cuneesi, oltretutto situati molto spesso in zone isolate, con un numero contenuto di posti letto e ampi spazi sia all’aperto sia al chiuso per poter rispettare tutte le regole anti contagio"

Roberto Moncalvo

Roberto Moncalvo

È positiva la precisazione giunta dal Governo che negli agriturismi è possibile offrire pasti ai clienti che vi alloggiano anche nelle zone rosse come il Piemonte, dove le attività di ristorazione sono sospese. Coldiretti Cuneo commenta così la FAQ sul sito del Governo che chiarisce i contenuti dell’ultimo DPCM, consentendo la ristorazione senza limiti di orario solo all’interno della struttura ricettiva in cui si è alloggiati.

Si tratta di una precisazione importante per gli agriturismi cuneesi, oltretutto situati molto spesso in zone isolate, con un numero contenuto di posti letto e ampi spazi sia all’aperto sia al chiuso per poter rispettare tutte le regole anti contagio” sottolinea Roberto Moncalvo, Delegato Confederale di Coldiretti Cuneo.

In questo contesto – aggiunge Fabiano Porcu, Direttore di Coldiretti Cuneo – è importante la possibilità di beneficiare dell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali in agricoltura, protratto alla fine dell’anno, ma anche la possibilità di ottenere il contributo a fondo perduto con l’impegno di superare tutte le difficoltà ammnistrative”.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium